Addio ad Alan Rickman, il Severus Piton di Harry Potter

uagna alan rickman
Di Alberto "Seven" Baldiotti
14 gennaio 2016

Nel giro di pochi giorni un altro grave lutto sconvolge il mondo dello spettacolo: l’attore Alan Rickman è morto all’età di 69 anni, pochi giorni dopo la scomparsa del coetaneo e connazionale David Bowie.

Appassionato fin da piccolo di pittura e recitazione, negli anni Ottanta vide la sua passione concretizzarsi nella partecipazione al film Trappola di cristallo (alcune delle sue scene vennero riproposte in Die Hard-Duri a morire). In seguito accetta il ruolo di ”cattivo” nella figura dello sceriffo di Nottingham in Robin Hood, con Kevin Costner, per il quale ottiene un premio Bafta, l’Oscar inglese.

Il successo a livello mondiale, tuttavia, giunge con l’uscita del primo Harry Potter, nel quale interpreta l’oscuro personaggio di Severus Piton, maestro di pozioni: un ruolo che lo accompagnerà fino all’ultimo film, e che dimostrerà tutte le sue capacità di recitazione. Una figura molto particolare, ambigua, che però stupisce per la sua natura più profonda, quella di una persona cinica e ragionevole, che ha permesso all’attore britannico di costruire attorno a sé un carisma unico.

A fianco dell’enorme successo nella serie sopra citata, vanno ricordati un Emmy Award ed un Golden Globe come miglior attore protagonista nel film TV Rasputin-Il demone nero.



Studente universitario e gamer nel tempo libero, la sua passione videoludica non ha confini. Questa passione nasce a 4 anni, quando si ritrova a giocare Doom II su un vecchio computer acquistato dal padre. Appassionato di giochi open-world e GDR, le sue pietre miliari sono le serie di Grand Theft Auto, Fallout e The Elder Scrolls. A fianco di ciò, la tecnologia e lo sport giocano un ruolo fondamentale nei suoi interessi, ed adora restare informato sulle ultime novità nei rispettivi settori.