[Anteprima] Un nuovo X-Men alle porte: X-Men First Class

Di Andrea White Mezzelani
11 febbraio 2011

Dopo la trilogia di X-Men e il quarto film (sempre della Marvel), X-Men Wolverine è alle porte un nuovo capitolo della “saga”. Il nuovo film è diretto da Matthew Vaughn e distribuito dalla  20th Century Fox.

Il sequel si chiamerà X-Men  First Class e avrà tutte le carte in regola per sfondare. Incentrato sul Professor X, su Charles, o meglio sulla vita del professore prima del suo impegno profuso per aiutare i superdotati nella scuola per mutanti. Parlando del professore è impensabile non parlare del suo amico Erik che poi diventerà Magneto e si scontrerà più volte con il Professor X e con i suoi mutanti. A dividerli è la loro diversa visione della convivenza fra esseri umani e mutanti: secondo il professore gli esseri umani dovrebbero essere protetti, anche mediante il segreto sull’esistenza stessa dei mutanti. Secondo Magneto invece sono i mutanti a dover restare in luce mettendo gli esseri umani sotto una specie di “schiavitù”, fino anche a volerli uccidere tutti.

Il cast del film. In primo piano: James McAvoy a destra interpreta il Professor X e a sinistra Michael Fassbender che interpreta Magneto.

.

Scopriamo così le origini di 2 fra i più grandi mutanti di tutti i tempi. Nel film saranno impegnati in una guerra dalla parte degli USA, dopo l’attivazione di missili nucleari da parte di Cuba, considerata in quel periodo come parte dell’URSS. Fin da subito si notano le differenze fra i due personaggi: secondo Charles l’entrata in guerra doveva risolvere la guerra stessa portando alla pace: si rese conto però che la violenza non risolve mai altra violenza. Secondo Erik la guerra non aveva mai avuto l’obbiettivo della pace.

Il film uscirà il 3 giugno del 2011



Drogato di cinema e cresciuto a "pane e videogames". Nel cinema cerco qualità che troppo spesso ultimamente lascia posto ad una commercializzazione sfrenata. I videogiochi sono il futuro dell'intrattenimento; sarebbe stupido pensare altrimenti e speriamo che in Italia questa consapevolezza si espanda. La musica da sempre mi appassiona, ascolto di tutto e lego particolari momenti a delle canzoni che diventano, così, vere e proprie colonne sonore della mia vita. Adoro informarmi, conoscere e sperimentare.