Anti-trust USA dà l’ok, Disney può procedere all’acquisto di Fox

Di Andrea "Geo" Peroni
27 giugno 2018

Saranno giorni, o forse addirittura ore decisive per l’acquisizione che sta infiammando il mondo dell’intrattenimento da più di sei mesi. Disney, dopo la clamosora offerta complessiva di 85 miliardi di dollari per portarsi a casa buona parte degli asset della 20th Century Fox, ha avuto infatti il via libera per completare l’affare.

Dopo l’annuncio a dicembre da parte della Casa di Topolino e del colosso di Rupert Murdoch, l’anti-trust degli Stati Uniti si era messo in moto per verificare la fattibilità dell’operazione e le possibili implicazioni, dato che si sarebbe andato incontro ad un pericoloso monopolio al cinema e in TV. Niente di preoccupante, però, perché proprio oggi il Dipartimento di Giustizia ha affermato che Disney può procedere in tutta tranquillità all’acquisizione degli asset di Fox, che ne uscirà incredibilmente ridimensionata e che porrà la sua attenzione solamente su sport e programmi televisivi.

Nelle mani della Disney finiranno dunque brand come Avatar, I Simpson, I Griffin, Alien, X-Files, ma anche importantissimi servizi streaming, network e canali informativi come Sky, Hulu e National Geographic Channel. Inoltre, il Marvel Cinematic Universe si prepara ad allargarsi sempre di più grazie al “ritorno a casa” dei diritti degli X-Men, di Deadpool e dei Fantastici 4, ad oggi in mano a Fox ma pronti a cambiare casacca. È inoltre interessante notare come Disney, concludendo l’affare, entrerebbe in possesso di alcuni diritti su prodotti tratti dai fumetti DC: Fox è infatti detentrice dei diritti del telefilm Gotham, che però, come già annunciato, chiuderà i battenti con la prossima stagione.

Fonte



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.