Come si diventa attori?

Di Andrea White Mezzelani
20 luglio 2011

Il parere dell’esperto:

Volete da sempre essere il centro dell’attenzione? il vostro scopo è calcare il palcoscenico? Ecco l’articolo giusto per voi.

Cosa serve per diventare un attore? Come organizzarsi?

Per avere una formazione completa l’attore deve lavorare su tre punti fondamentali:

  1. voce
  2. corpo
  3. intenzione e un ottima capacità di memorizzare.

La voce è uno degli strumenti fondamentali per l’attore, perché si comunica attraverso l’uso della voce. Nella vita quotidiana, quando noi alziamo la voce o parliamo per molto tempo con una vibrazione piu’ alta della nostra tonalità normale, diventiamo afoni (Afonia = perdita temporanea della voce). Questo accade perché non siamo abituati ad usarla come si deve. Molto importante è l’utilizzo corretto del diaframma (muscolo presente sotto lo sterno) lo si nota quando dormiamo, se stiamo in posizione supina, e’importante porre l’attenzione su di esso e lavorarci con consapevolezza, cosa indispensabile per l’attore.
Importante è notare se ci sono difetti nella postura della bocca o nell’emissione della voce e in caso siano presenti andare da un logopedista..
L’attore professionista deve imparare bene l’italiano e per questo deve praticare dizione, al fine di correggere gli accenti dei vari dialetti; vi consiglio di comprare un vocabolario Dop Rai Eri dove ci sono tutte le parole con gli accenti giusti.
Nella recitazione inoltre non viene utilizzata solo la voce ma soprattutto anche il corpo.
Fate attività fisica in cui il corpo si sblocca, come ad esempio: danza o acrobatica.

Ci sono dei veri e propri metodi che uniscono la capacità di modificare all’uso corretto delle gestualità (della voce etc) tra i quali ricordiamo il metodo Stanislavskij o il metodo Costa, che sono i più comuni.
Di metodi di recitazione ce ne sono tanti, ma la cosa più importante è che voi capiate qual è quello più adatto a voi; è anche possibile che non abbiate bisogno di metodi..ci sono tanti attori che recitano senza seguire alcun metodo.
L’ attore deve avere una buona cultura generale,quindi deve leggere molto e in generale informarsi. Utili sono letture come Shakespeare, Cechov, Euripide Sofocle etc…
Guardare altri attori che recitano è molto utile perché ci si accorge degli errori che potremmo incontrare, quindi andate a teatro a vedere degli spettacoli (e non al cinema, perchè il cinema è la sintesi del meglio delle interpretazioni).
Inoltre importante è la memoria. Dovrete ricordarvi spesso lunghe parti e dettagli e dovrete riuscire a collocarvi nella scena con una vostra personalità rispettando però canoni stabiliti dalla parte che interpretate, quindi esercitate la vostra memoria.

Dove studiare per diventare attore??

Ovviamente Roma è la città ideale; ci sono molte scuole utili ad esempio: Teatro Azione, Teatro Fondamenta ecc. Tra le scuole che danno una formazione più completa: L’ accademia Silvio D’ Amico (formazione prevalentemente teatrale), Centro Sperimentale di Cinematografia (ovvero la scuola nazionale di cinema). Ovviamente alcune scuole come il Centro Sperimentale di Cinematografia sono a numero chiuso, ed è difficile entrare, per concludere: se volete fare veramente questo mestiere dovete essere molto determinati.



Drogato di cinema e cresciuto a "pane e videogames". Nel cinema cerco qualità che troppo spesso ultimamente lascia posto ad una commercializzazione sfrenata. I videogiochi sono il futuro dell'intrattenimento; sarebbe stupido pensare altrimenti e speriamo che in Italia questa consapevolezza si espanda. La musica da sempre mi appassiona, ascolto di tutto e lego particolari momenti a delle canzoni che diventano, così, vere e proprie colonne sonore della mia vita. Adoro informarmi, conoscere e sperimentare.