Avengers: Infinity War – La spiegazione della scena dopo i titoli di coda

Di Andrea "Geo" Peroni
25 aprile 2018

Avengers: Infinity War approda oggi nelle sale italiane. Il kolossal diretto dai fratelli Russo, per il quale abbiamo già speso parole entusiaste nella nostra recensione, arriva finalmente nei cinema italiani insieme a Thanos, il matto titano interpretato da Josh Brolin. Come ogni buon film Marvel Studios che si rispetti, anche Avengers: Infinity War ha una scena dopo i titoli di coda, ricca di sorprese. Ve la spieghiamo qui oggi, ricordandovi naturalmente che si tratta di spoiler giganteschi. Se non avete ancora visto il film, quindi, statene alla larga il più possibile.

ATTENZIONE – SEGUONO SPOILER SU AVENGERS: INFINITY WAR.

Al termine dei lunghissimi titoli di coda del film, ci attende solamente una scena post-credits, ambientata in una sconosciuta città americana. Nick Fury (Samuel L. Jackson) e Maria Hill (Cobie Smulder) stanno monitorando la situazione in Wakanda, sopra il quale sono stati segnalati oggetti non identificati con la stessa firma energetica dell’esercito dei Chitauri di Loki, visto in The Avengers. Ad un tratto, però, i due hanno un incidente finendo contro un’auto, ma nell’accertarsi che il conducente stia bene scoprono che alla guida non c’è nessuno.

Di lì a poco, la situazione precipita: un elicottero fuori controllo si schianta contro un edificio, la gente in strada inizia a urlare e va fuori controllo, e Maria Hill scompare di fronte agli occhi di Fury. Thanos ha da poco schioccato le dita, il suo volere, grazie alle Gemme dell’Infinito, si è compiuto: metà degli esseri viventi dell’universo stanno scomparendo dall’esistenza. L’ex-colonnello dello S.H.I.E.L.D. decide allora di correre nella sua auto e recuperare quello che sembra essere un particolare cercapersone, ma riesce solamente ad attivarlo perché anch’egli scompare in una nuvola di frammenti. L’inquadratura allora indugia sul cercapersone, ora a terra, che sta chiamando qualcosa o qualcuno. Dopo interminabili secondi di attesa, l’apparecchio capta il segnale e ha raggiunto la persona dall’altro capo: Carol Danvers, alias Capitan Marvel.

Come era facilmente prevedibile visto l’impiego di Brie Larson (interprete di Carol Danvers) in Avengers 4, la scena dopo i titoli di coda è dedicata a Captain Marvel, il primo cinefumetto dei Marvel Studios del 2019 (uscirà il 6 marzo del prossimo anno, appena un mese prima del nuovo film sui Vendicatori). Sappiamo infatti che Nick Fury conosce la Danvers: Samuel L. Jackson riprenderà il suo ruolo nel film del prossimo anno, ambientato nella prima metà degli anni ’90 dove la Terra si ritrova nel bel mezzo di una furiosa guerra tra Kree e Skrull. Cosa ci riserverà il futuro, però, lo sanno solo i fratelli Joe e Anthony Russo.

Avengers: Infinity War, diretto dai fratelli Russo, sarà la prima parte di una storia che coinvolgerà anche Avengers 4, atteso per il 2019. Nel film tanti ritorni e alcune sorprese, come l’Ordine Nero che accompagnerà il supervillain Thanos (Josh Brolin). Il cast confermato comprende Robert Downey Jr., Chris Evans, Chris Hemsworth, Chris Pratt, Scarlett Johansson, Paul Bettany, Jeremy Renner, Mark Ruffalo, Don Cheadle, Elizabeth Olsen, Sebastian Stan, Anthony Mackie, Paul Rudd, Tom Holland, Chadwick Boseman, Zoe Saldana, Vin Diesel, Dave Bautista, Bradley Cooper, Benicio del Toro, Benedict Cumberbatch, Tom Hiddlestone, Pom Klementieff, Cobie Smulders, Peter Dinklage, Benedict Wong, Karen Gillan, Danai Gurira e Letitia Wright.



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.