Disney e Netflix, il divorzio si farà

disney netflix
Di Andrea "Geo" Peroni
7 settembre 2017

Visti gli ottimi rapporti tra la Casa di Topolino e il colosso americano dello streaming, una frase di questo tipo sembrava alquanto improbabile fino a pochi mesi fa. Addirittura, a novembre dello scorso anno voci di corridoio vedevano la Disney pronta ad acquistare Netflix e a lanciarsi nel mondo dello streaming. La realtà è ben diversa.

Disney ha infatti progettato da diverse settimane di lanciarsi sì nel mondo dello streaming online, ma con un servizio proprietario ed esclusivo. Questo, come molti ipotizzavano, si tradurrà in un impoverimento del catalogo di Netflix. I prodotti di intrattenimento Disney, che in alcuni casi (come Zootropolis) avevano esclusive legate proprio alla visione su Netflix, scompariranno dal catalogo del servizio, come ha annunciato oggi il CEO Disney Bob Iger.

Non parliamo naturalmente solo dei lungometraggi animati. Da Netflix scompariranno infatti, nel momento in cui Disney aprirà il suo servizio (si parla del 2019), anche tutti i film Pixar, quelli della Lucasfilm (Star Wars e Indiana Jones) e i film dei Marvel Studios. Sarà interessante ora vedere cosa succederà agli show in co-produzione tra i due colossi. Marvel Television e Netflix, infatti, hanno collaborato e continuano a collaborare tuttora per la realizzazione di serie come Daredevil, Jessica Jones, The Defenders, o anche del prossimo The Punisher. Le serie cesseranno di esistere o la lavorazione, per queste, continuerà anche con il divorzio?

Nel frattempo, Disney sta già preparando un gigantesco catalogo per il proprio servizio. Si parla per il momento di 7500 prodotti di intrattenimento tra cui film, show tv e serie animate.

Fonte



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.