SDCC 2017 – Il riepilogo del panel Disney Marvel

marvel thanos
Di Andrea "Geo" Peroni
23 luglio 2017

Nella notte tra sabato e domenica in Italia, si è tenuto uno dei panel più attesissimi al San Diego Comic-Con, quello cioè dedicato ai Marvel Studios. La Casa delle Idee, ormai da anni sulla cresta dell’onda grazie al suo immenso Marvel Cinematic Universe, si è presentata come sempre con una line-up decisamente imponente e con quello che è forse il cinecomic più atteso del decennio.

Da Kevin Feige, boss supremo dei Marvel Studios, sono arrivate le prime informazioni riguardo Captain Marvel. Il film, in uscita nel 2019, è ancora lontano dall’inizio delle riprese, ma i primi concept non hanno fatto altro che far venire l’acquolina in bocca ai fan. A Brie Larson (Carol Danvers/Captain Marvel) si aggiunge infatti come protagonista Samuel L. Jackson (Nick Fury), ma le cose sono ben diverse da come ce le saremmo aspettate. Il film sarà infatti ambientato negli anni ’90, ben prima dunque dei fatti che da Iron Man (2008) in poi abbiamo visto. Anche i nemici saranno una grossa sorpresa: Captain Marvel e Fury dovranno vedersela con la razza aliena degli Skrull. Che sia un preludio ad una accattivante Secret Invasion per la Fase 4 dell’UCM?

Aggiornamenti anche per un altro film dei Marvel Studios del 2018, Ant-Man and the Wasp. Confermati naturalmente gli amati protagonisti: Paul Rudd tornerà nei panni di Scott Lang e del suo alter-ego, Ant-Man (e anche Giant-Man, a quanto si è visto dal poster promozionale del SDCC), e riprenderanno i loro ruoli anche Evangeline Lily (Hope Van Dyne/Wasp), Michael Douglas (Hank Pym/primo Ant-Man) e Michael Pena (Luis). Sembra però che per il sequel di questo apprezzato film del 2015 i Marvel Studios abbiano deciso di fare le cose in grande. Al cast si sono infatti uniti ufficialmente Michelle Pfeiffer (Janet Van Dyne/prima Wasp) e Laurence Fishburne (Bill Foster/Golia), anche se ben poco si sa della trama del film. Secondo alcuni rumor, il sequel porterà i due eroi all’interno del Microverso, alla ricerca della scomparsa Janet Van Dyne che si sacrificò durante un’operazione militare come appreso nel corso del primo film. A quanto pare, però, ci saranno anche parecchi flashback. Una delle scene mostrate in anteprima al SDCC mostrava infatti Hank Pym nei panni dell’originale Ant-Man, con un costume bianco.

Insieme ad una valanga di scene inedite, sul palco della SDCC è salito anche Chadwick Boseman, protagonista il prossimo febbraio del suo primo film “in solitaria” per i Marvel Studios. Black Panther mostrerà finalmente il Wakanda (citato per la prima volta in Iron Man 2) e le sue ricchezze, ma per il principe T’Challa il ritorno a casa dopo i fatti di Captain America: Civil War non sarà affatto facile. Il trono del Paese del Vibranio è infatti in pericolo, e i pretendenti sono molti. Sotto la sapiente regia di Ryan Coogler, il primo film Marvel dedicato interamente ad un eroe di colore potrà vantare un grandissimo cast. Torneranno infatti Martin Freeman (Agente Everett Ross) e Andy Serkis (Ulysses Klaw), ma troveremo anche Lupita Nyong’o, Danai Gurira e Michael B. Jordan. Manca all’appello Sebastian Stan, da molti considerato come uno dei possibili protagonisti del film dopo la guerra civile degli Avengers e il suo “ricovero” in Wakanda. A quanto pare, però, il Soldato d’Inverno non farà parte del gioco.

Sul palco di San Diego è stato poi il momento per l’ultimo cinecomic Marvel previsto per il 2017, Thor: Ragnarok. In questo colorato e spaziale film, Chris Hemsworth sarà impegnato a fronteggiare la Dea della Morte, Hela (Cate Blanchett), e il demone Surtur (Clancy Brown), intenzionati a porre fine ad Asgard con il Ragnarok. Una serie di ancora indecifrabili avvenimenti porterà il Dio del Tuono, privato di Mjolnir, a conoscere il Gran Maestro (Jeff Goldblum) e la sua arena di combattimento. Tutto questo prima di unire le proprie forze a quelle di Loki (Tom Hiddlestone), Valchiria (Tessa Thompson) e persino Hulk (Mark Ruffalo), che ritroviamo dopo il misterioso finale di Avengers: Age of Ultron e la sua scomparsa. Lo stesso Ruffalo ha parlato sul palco del Comic-Con del rapporto tra Banner e Hulk, ora più che mai difficoltoso. Il Golia Verde, infatti, sembra essersi stufato di un ruolo di comprimario, e ha deciso di reprimere la sua forma umana cercando di restare nei panni del gigante verde. Come se non bastasse, oltre ad alcune scene mostrate nel corso della conferenza che non sono state divulgate, arriva anche il nuovo emozionante trailer del film dove possiamo dare uno sguardo anche al potentissimo Surtur.

Il botto finale della conferenza si chiama Avengers: Infinity War. Il prossimo mega-evento corale dei Marvel Studios, che uscirà ad aprile del prossimo anno, si è mostrato in un nuovo trailer (già diffuso alla conferenza D23 Expo della scorsa settimana) che sfortunatamente è ancora non disponibile in rete (se non in alcune versioni leak che Disney sta prontamente facendo rimuovere). Eppure, chi lo ha visto lo definisce come semplicemente straordinario. Così come il cast, ovviamente, che non è mai stato così ricco di stelle e personaggi. Agli ormai veterani Tony Stark, James Rhodes/War Machine, Visione, Wanda Maximoff e Thor si uniranno eroi di ogni dove per fronteggiare la più grande minaccia dell’universo: Thanos (Josh Brolin) e il suo Guanto dell’Infinito. Insieme ai Vendicatori classici, ecco che debutteranno tra le fila degli eroi più potenti della Terra anche Stephen Strange (Benedict Cumberbatch), Peter Parker/Spider-Man (Tom Holland), e ovviamente i Guardiani della Galassia al gran completo, reduci dalla recente sconfitta di Ego nel secondo film della serie e che, a quanto visto nel trailer, saranno i fili conduttori tra i Vendicatori e il piano di Thanos da sventare. Per concludere, una chicca: il tri-poster pubblicato dalla Marvel in occasione del SDCC, nel quale possiamo ammirare la folta schiera di eroi e due grosse sorprese. Come auspicato, torneranno in questo terzo film degli Avengers anche Anthony Macie (Falcon), Chris Evans (Captain America) e Scarlett Johansson (Vedova Nera), anche se si tratta di versioni assolutamente inusuali. Mentre l’ex spia dello SHIELD è infatti apparsa con capelli biondi al posto degli abituali capelli rossi, Steve Rogers, attualmente in fuga dopo i fatti della guerra civile, si mostra con una folta barba. E, forse, nei panni di Nomad, sua nuova identità che nei fumetti ricoprì dopo aver abbandonato le vesti di Capitan America.



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.