La furia dei titani 3D

Di Andrea White Mezzelani
29 Marzo 2012

L’attesissimo sequel di “Scontro tra titani” sta per uscire. Siete pronti?

Domani, venerdì 30 marzo uscirà “La furia dei Titani” che dopo il successo, decisamente inaspettato, del suo predecessore si prospetta un successo cinematografico. Nel film di Jonathan Liebesman, si conferma Sam Worthington (conosciuto a tutti come il soldato zoppo di Avatar) nei panni di Perseo.

Scopri, ci sarà un Avatar 2? quando è prevista l’uscita?

In questo intreccio di fantascienza mitologia e azione, Perseo, semidio figliastro di Zeus, sarà costretto ad un’impresa molto più grande e pericolosa rispetto alla minaccia del Kraken (sconfitta 10 anni prima). E’ scoppiata una guerra tra dei e titani per il dominio del mondo, questa guerra turberà la vita tranquilla dell’eroe. La mancanza della devozione verso gli dei da parte della razza umana li ha indeboliti a tal punto da non poter più contenere i titani e il loro pericolosissimo re, Crono (figlio di Gea e Urano le divinità primordiali) padre di Zeus, Poseidone e Ade. All’alba dei tempi Zeus infatti, insieme ai fratelli, si ribellò a suo padre Crono e lo confinò nelle profondità del Monte Tartaro (gli inferi). Anche in questo capitolo, Ade svolgerà un ruolo determinante (stringendo un patto con Crono), quasi ad oscurare la figura di Zeus inerme al mutare degli eventi. Perseo dovrà interrompere la sua vita tranquilla, dedita alla cura della famiglia e alla pesca per riportare Zeus al potere e ristabilire l’equilibrio salvando l’umanità. In quest’impresa apocalittica sarà accompagnato da Andromeda (una regina guerriera), Argenor (semidio, figlio di Poseidone) e Hephaestus (Dio caduto in disgrazia).

Galleria immagini – tutte le immagini più belle del film
Sito in lingua madre



Drogato di cinema e cresciuto a "pane e videogames". Nel cinema cerco qualità che troppo spesso ultimamente lascia posto ad una commercializzazione sfrenata. I videogiochi sono il futuro dell'intrattenimento; sarebbe stupido pensare altrimenti e speriamo che in Italia questa consapevolezza si espanda. La musica da sempre mi appassiona, ascolto di tutto e lego particolari momenti a delle canzoni che diventano, così, vere e proprie colonne sonore della mia vita. Adoro informarmi, conoscere e sperimentare.