[Rumor] Zack Snyder è stato ad un passo dal licenziamento in Warner dopo Batman V Superman

Di Andrea "Geo" Peroni
1 dicembre 2017

Justice League, uscito lo scorso 16 novembre, sta andando decisamente bene al botteghino internazionale (179 milioni negli USA, circa 500 quelli totali finora raccolti dal film), ma probabilmente, per non dire sicuramente, le aspettative di Warner Bros. e DC erano molto più alte. Il film che avrebbe dovuto dare il definitivo scossone al DC Extended Universe dopo la buona  prova di Wonder Woman si sta dimostrando una rognosa gatta da pelare per il colosso dell’intrattenimento, che ora deve forse fare i conti con una ridefinizione globale del progetto e un cambiamento dei ruoli di alcuni diretti interessati. Su tutti, le accuse più gravi sembrano ricadere su Zack Snyder, già regista di Batman V Superman e coordinatore iniziale della prima apparizione della Lega della Giustizia. Ieri un report di The Wrap ha sottolineato come, secondo le indiscrezioni più credibili che circolano ad Hollywood, Snyder fosse già sul piede di partenza dopo l’accoglienza ben poco calorosa che la critica ha avuto verso il film uscito lo scorso anno, tanto da spingere la Warner ad essere pronta a licenziare il regista.

Facciamo un attimo di chiarimenti, per tutti coloro che non sono informati. Zack Snyder ha diretto nel 2013 L’Uomo d’Acciaio, reboot di Superman che poi, sulla scia del clamoroso successo raccolto dai Marvel Studios negli anni con il suo Universo Cinematografico, è stato riadattato per fungere da prima pellicola ufficiale del DC Extended Universe. Alla guida del progetto, almeno inizialmente, sembra esserci proprio Snyder grazie anche al benestare di Christopher Nolan, uno dei produttori di questo nuovo universo, ma la confusione sembra regnare sovrana sin dalle prime battute del progetto nel quale i film annunciati, ancora oggi, sono tanti e senza una scadenza ben precisa, riscontrando difficoltà anche a trovarne la collocazione tra le storie dei vari eroi e villain. Nel 2016 esce infatti Batman V Superman: Dawn of Justice, il film che presenta al mondo Wonder Woman (Gal Gadot) e il nuovo Batman di Ben Affleck, ma il film, seppur ottenendo grande successo al botteghino, non viene accolto bene dalla critica. Una questione che, secondo le indiscrezioni riportate da The Wrap, ha fatto parecchio infuriare i principali vertici di Warner Bros., che poco dopo l’uscita di BVS hanno chiesto la testa di Snyder: il regista doveva abbandonare il DCEU.

C’era però un problema, che Kevin Tsujihara (CEO della compagnia) e Greg Silverman (ex-presidente) dovettero assolutamente considerare in questa complicata situazione: la produzione di Justice League sarebbe iniziata pochi giorni dopo l’uscita di Batman V Superman, e Snyder aveva già pianificato tutto. Cambiare regista avrebbe significato rivoluzionare tutto quanto, riscrivere la sceneggiatura e posticipare le riprese, causando un inevitabile ritardo nella tabella di marcia e portando probabilmente ad un rinvio del film (al 2018, considerando che il Natale 2017 era già sotto il controllo del blockbuster di casa Disney, Star Wars Episodio VIII). Justice League è dunque iniziato sotto la guida di Snyder, salvo poi subire diversi cambiamenti a causa prima delle decisioni di Warner (che voleva rendere il tono del film più leggero, a differenza di BVS) e del lutto che ha poi colpito la famiglia del regista, che lo ha costretto ad abbandonare la produzione a favore di Joss Whedon. Il risultato? Decine di sequenze rigirate da capo, numerosi minuti tagliati (si parlava il mese scorso di una durata pianificata di circa 3 ore e ridotta poi a 2 dalla Warner) e molti problemi di post-produzione, legati ad esempio alla famosa questione dei baffi di Henry Cavill che sono stati rimossi digitalmente dopo le riprese, con risultati non proprio ottimali.

L’impressione è che, leggendo il report di The Wrap, la Warner Bros. non abbia intenzione di proseguire con Snyder il progetto del DCEU, considerando che l’allontanamento volontario del regista potrebbe essere sfruttato dai piani alti per “disfarsi” di lui facendo contenti tutti coloro che nel consiglio di amministrazione lo hanno fortemente criticato. Nel frattempo, mentre cercheremo di scoprirne di più su questo spinoso rumor, l’universo cinematografico della DC è ancora in preda a scossoni e a voci insistenti che non lasciano dormire sonni tranquilli ai fan: Ben Affleck è ancora indeciso sul suo futuro, i film di Flash e Shazam sono ancora in sospeso (così come quello su Batman, purtroppo) e anche le riprese di Wonder Woman 2 potrebbero essere posticipate a causa delle accuse di molestie sessuali rivolte al produttore del film che pochi giorni fa è stato ufficialmente cacciato.

Fonte



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.