Facebook aiuta una donna a trovare il suo anello di fidanzamento

Di Matteo "Red" Rossi
4 marzo 2011

Ieri avevamo visto Facebook al centro di un litigio tra due ragazzi finito a morsi, quest’oggi invece vogliamo raccontarvi una curiosità riguardo a Facebook un po’ particolare.

Avreste mai pensato di utilizzare Facebook come un ufficio di oggetti smarriti? Forse voi no, ma Sara Wheeler, un donna neozelandese, sì.

Sara Wheeler stava giocando con suo figlio, in una spiaggia in Nuova Zelanda, quando perse il suo anello di fidanzamento. Dopo aver scavato ore nella sabbia alla ricerca dell’anello, decise di tornare a casa, e ansiosa di ritrovarlo, scrisse un post sul suo profilo Facebook riguardo l’accaduto. Un amico, vedendo il messaggio, ha copiato lo stato nella sua bacheca, chiedendo a tutti i suoi contatti di passare parola.
Fortunatamente per Wheeler, la persona giusta vide il post. A quanto pare qualcuno, che lei non sapeva nemmeno chi fosse, le ha offerto il metal detector di suo figlio, che ironia della sorte era stato utilizzato per recuperare un anello perso in passato.
A questo punto il fidanzato di Sara tornò in spiaggia, a mezzanotte, con il metal detector, e lo ha recuperato.

Sicuramente è stato un bel colpo di fortuna ma se a qualcuno di voi capitasse io vi consiglierei di provare…chissà che Facebook non aiuti anche voi.



Laureato in Ingegneria Informatica. Sono appassionato di informatica, tecnologia e inevitabilmente videogiochi ma la mia fame di conoscenza mi porta a studiare sempre nuovi argomenti. Cosa mi stimola? La consapevolezza che questo grande progetto è diventato una delle più grandi realtà italiane nel mondo dell’informazione e dell’intrattenimento videoludico.