Il “nonno Writer”

Di Andrea White Mezzelani
17 agosto 2011

Il 71enne Charles Wesley è probabilmente il writer o più volgarmente il graffitaro più anziano del mondo. Originario degli Stati Uniti d’America il “nonno writer” è stato arrestato qualche giorno fa dopo aver raggiunto una certa notorietà in tutta la Florida per i numerosi graffiti.
L’uomo è stato tradito da un testimone oculare che ha potuto descrivere la fisionomia del sospetto alla polizia locale. Le successive indagini della polizia rivelano il perché della ricorrente tag “SLA” presente nei suoi graffiti: Symbionese Liberation Army.
L’uomo infatti sembra essere membro della Symbionese Liberation Army una fazione politica americana con scopi rivoluzionari.

La difesa dell’uomo (attualmente in carcere) ora è stata affidata ad un legale d’ufficio dato che l’uomo non aveva risorse sufficienti per procurarsi un avvocato. Le sue difese si fondano su un’altra interpretazione di “SLA” secondo la quale la tag starebbe per  Sane Liberation Army, ovvero una organizzazione che ha lo scopo di prendere potere in America dopo una distruzione dell’economia ma senza scopi rivoluzionari.



Drogato di cinema e cresciuto a "pane e videogames". Nel cinema cerco qualità che troppo spesso ultimamente lascia posto ad una commercializzazione sfrenata. I videogiochi sono il futuro dell'intrattenimento; sarebbe stupido pensare altrimenti e speriamo che in Italia questa consapevolezza si espanda. La musica da sempre mi appassiona, ascolto di tutto e lego particolari momenti a delle canzoni che diventano, così, vere e proprie colonne sonore della mia vita. Adoro informarmi, conoscere e sperimentare.