DOSS Soundbox: Cassa Bluetooth dal miglior rapporto qualità prezzo

Di Federico "Blue" Marchetti
14 novembre 2017

Se stai cercando un altoparlante portatile bluetooth, avrai sicuramente trovato numerosi modelli tra cui optare, ma nonostante l’ampia scelta, non è semplice trovare un prodotto di questo tipo che suona bene e di buona fattura. E soprattutto ad un buon prezzo. A maggior ragione quando si è in procinto di fare un regalo e non si ha molto tempo per provare una cassa bluetooth. Qui in redazione abbiamo avuto modo di provare la DOSS Soundbox, un autoparlante portatile studiato appositamente per riprodurre musica dal proprio dispositivo iPhone o Android, ma non solo.

All’interno della confezione, oltre all’altoparlante, troviamo un cavetto jack da 3.5mm, il cavo USB per caricare la batteria della cassa, una sacca da viaggio resistente all’acqua e il classico libretto di istruzioni per l’uso.

Esteticamente il design della DOSS Soundbox risulta compatto e non troppo pesante. Le linee minimali e moderne sono valorizzate dai led che illuminano i bottoni touch sensitive con i loro colori blu e ghiaccio. I materiali di costruzione sono di buon livello nonostante il rivestimento in plastica. Sulla parte superiore del prodotto sono presenti i bottoni retroilluminati sensibili al tocco delle dita. Il tasto “mode” consente di cambiare la modalità di riproduzione tra bluetooth, connessione via cavo aux e connessione alla scheda di memoria SD. Il tasto con la cornetta permette di rispondere alle chiamate in entrata toccandolo, oppure rifiutarle tenendolo premuto. Gli altri due tasti contraddistinti dalle frecce consentono di passare alla canzone successiva oppure tornare a quella precedente. Per alzare e abbassare il volume invece si sfrutta lo spazio circolare che si viene a formare tra i 4 tasti sopracitati. Il controllo audio è completamente touch. Un’idea suggestiva anche se bisogna sottolineare che la sua sensibilità non è particolarmente precisa. La parte posteriore invece è dotata di un tasto di accensione e spegnimento. Al suo fianco è presente l’ingresso AUX contraddistinto dalla sigla “line in”. A seguire c’è anche l’ingresso “TF Card” per sfruttare le schede di memoria SD e lo spazio per collegare il cavo di ricarica USB ad una sorgente di energia.

Passiamo ora alla caratteristica più importante per questo tipo di prodotto ossia il suono. Tenendo a mente che siamo di fronte ad una cassa di fascia economica, la resa sonora è migliore di quanto ci si potesse aspettare. Il sound è contraddistinto da toni chiari e un basso ben bilanciato. Quest’ultimo, a differenza di altri modelli analoghi, non è regolabile, ma tutto sommato non se ne sente la mancanza di questa possibilità. L’altoparlante non presenta particolari distorsioni sonore, anche quando il volume è quasi al massimo livello. Per le sue dimensioni ha anche un’ottima potenza, i due driver da 6 watt funzionano molto bene insieme e molto meglio di altre casse bluetooth su questa fascia di prezzo.

La cassa bluetooth DOSS Soundbox si può acquistare in offerta qui.

La durata della batteria è notevole e dipende sia dal livello del volume che dal tipo di utilizzo. L’autonomia può durare fino a 12 ore come dichiarato dalla casa madre, mentre se viene utilizzata tutta la sua energia tenendo sempre il volume al massimo può arrivare fino ad 8 ore consecutive. La cassa ha anche un sistema di protezione contro lo spreco energetico. Nel caso in cui rimanesse accesa ma senza riprodurre tracce musicali, il dispositivo si spegne in automatico dopo 15 minuti.

  • Potenza in uscita: 6W x2
  • Driver: 2 speaker da 1,5″ + radiatore passivo da 2,6″
  • Risposta in frequenza: 100Hz-18kHz
  • Impedenza < 55dB
  • Peso: 560g
  • Dimensioni: 6,6 x 2,7 x 2,9 pollici
  • Batteria: Li-ion 3.7V, 2200mAh

In definitiva la DOSS Soundbox è una cassa bluetooth dall’ottimo rapporto qualità prezzo, solida, versatile quanto basta ma soprattutto possiede una resa sonora altamente soddisfacente.



Press play on tape: cresciuto a suon di C64 e Coin-op, mi diverto a seguire l'evoluzione videoludica next-gen. Co-Founder dell'universo Uagna, ho lavorato a fondo per far nascere una community videoludica di successo ma differente dalle altre esistenti. "Sono sempre pronto ad imparare, non sempre a lasciare che mi insegnino".