Ecco il Li-Fi, 100 volte più veloce rispetto al Wi-Fi

Di Diego "Lanzia" Savoia
26 novembre 2015

La tecnologia senza fili è sicuramente un punto cardine nella navigazione Internet al giorno d’oggi: il termine Wi-Fi, coniato per la prima volta nel 1999, indica la trasmissione di dati sfruttando le frequenze delle onde radio, ed è sostanzialmente ciò che accade nelle nostre case se possediamo un router wireless.

Il più grande problema di questa tecnologia risiede nel campo delle interferenze con altre apparecchiature che utilizzano onde radio, al primo posto i telefoni cellulari o i cordless. Ma da oggi la situazione sarà ben diversa. Infatti, gli scienziati hanno provato sperimentalmente in laboratorio la tecnologia chiamata Li-Fi, che sarebbe 100 volte più veloce del Wi-Fi odierno.

Con Li-Fi si intende la nuova tecnologia che permette di trasferire dati in rete utilizzando la luce e non più le onde radio. Si configura quindi come una valida, oltre che veloce, alternativa al Wi-Fi. Scendendo nei dettagli, gli scienziati, utilizzando il Li-Fi, sono riusciti a raggiungere la velocità di ben 224 Gbps (Gigabits al secondo). In un’azienda estone, dove la tecnologia è stata provata per la prima volta fuori da un laboratorio, gli utenti riescono a trasferire files alla velocità di 1GB al secondo, il che significa quasi 100 volte più velocemente della tecnologia Wi-Fi.

C’è inoltre da sottolineare come il Li-Fi abbia anche notevoli vantaggi in fatto di sicurezza, in quanto, propagandosi tramite la luce, non riesce a penetrare le pareti: utenti estranei non possono quindi attaccare la nostra connessione. In sostanza, ciò che ora conosciamo come “lampadina”, tra non molto potrebbe essere chiamata “router”. Harald Haas, inventore di questa tecnologia, ha dimostrato che una lampadina LED sfruttata come router Li-Fi può trasmettere dati più velocemente di un’antenna per le telecomunicazioni mobili.

Potete visionare la presentazione del Li-Fi a questo indirizzo.



Appassionato di tutto ciò che riguarda la tecnologia, il suo interesse spazia in particolare nel mondo dei videogiochi e dell'informatica. Ama ogni genere videoludico, ma predilige i giochi d'azione e le avventure grafiche.