Ecco lo streaming per applicazioni su Android

Di Diego "Lanzia" Savoia
19 novembre 2015

Nella giornata odierna Google ha reso disponibile la nuova funzione in Android che permette di utilizzare delle applicazioni anche se non sono installate sul nostro dispositivo mobile, tramite una sorta di straming delle stesse.

I risultati di ricerca, infatti, potranno essere aperti nell’app specifica, proprio come già succede adesso, (per esempio aprendo un link di YouTube, si viene reindirizzati all’applicazione relativa). La novità sta nel fatto di poter utilizzare l’applicazione in modo automatico, anche se questa non è già installata sul telefono. In questo modo, potremo utilizzare comodamente il design dell’applicazione per mobile e non la versione desktop, ma senza attendere lo scaricamento dell’applicazione, e, soprattutto, senza occupare ulteriore memoria libera.

Lo streaming delle apps è disponibile, al momento, solo per nove applicazioni selezionate, ed è esclusiva agli utenti con Android Lollipop o superiore negli Stati Uniti e connesso al Wi-Fi. Come sottolinea Google, però, il servizio è solo ai suoi esordi ed in fase Beta: l’obiettivo è quello di espandere la funzionalità a livello mondiale, fuori casa, e a più dispositivi possibili. Lo streaming delle applicazioni va a valorizzare ancor di più la funzione Cerca della società, che ha sempre avuto un ruolo di punta nel web.

In questa pagina potete visionare una breve .gif che mostra il funzionamento dello streaming delle applicazioni



Appassionato di tutto ciò che riguarda la tecnologia, il suo interesse spazia in particolare nel mondo dei videogiochi e dell'informatica. Ama ogni genere videoludico, ma predilige i giochi d'azione e le avventure grafiche.