Guida – Installare SSD e RAM su MACBOOK PRO

Di Diego "Lanzia" Savoia
25 agosto 2015

Si sa, i computer possono avere vita breve, specialmente se vengono utilizzati per lavoro e quindi sottoposti a stress continui. A lungo andare, uno dei problemi più comuni e fastidiosi è sicuramente la lentezza che si riscontra nell’utilizzo del PC. Che si verifichi durante la fase di rendering di un video oppure lavorando con qualsiasi altro software, poco importa: bisogna trovare una soluzione. In questo articolo illustreremo come procedere alla sostituzione dell’hard disk con un nuovo SSD, e della memoria RAM, tutto su un MacBook Pro. Se avete quindi un portatile con HDD e volete potenziarlo senza acquistare un nuovo PC, seguite questa guida per installare un SSD e la RAM in un MacBook Pro.

Materiale occorente

  • Hard disk esterno per effettuare il backup dei dati importanti salvati sul PC (è consigliabile trasferire manualmente i file, senza utilizzare software quali Time Machine)
  • Nuovo SSD (che andrà a sostituire l’hard disk) da 2.5 pollici
  • USB da almeno 8GB (servirà per l’installazione del sistema operativo sul nuovo SSD)
  • Nuova memoria RAM
  • Cacciaviti a stella (uno dei quali di dimensioni molto ridotte)
  • Pennelli per la pulizia dell’interno del MacBook Pro (opzionale)

Procedimento

  • Spegnere il MacBook e rimuovere tutte le viti presenti nella parte inferiore del portatile, facendo attenzione a non graffiare la scocca con il cacciavite. Le viti non sono tutte della stessa lunghezza, perciò bisognerà prestare la massima attenzione nel momento in cui si dovrà montare nuovamente la scocca inferiore
  • A questo punto è possibile rimuovere delicatamente la scocca e scollegare la batteria del MacBook, rimuovendo l’apposita linguetta nera (accanto alla memoria RAM) che collega la batteria stessa alle altre componenti del portatile. In questo modo non ci sarà alcun rischio di cortocircuito e quindi la possibilità di danneggiamenti

SOSTITUZIONE SSD

  • Rimuovere le viti che tengono fermo l’hard disk, andando quindi a togliere la plastica utile a garantire la massima stabilità dell’HDD
  • Estrarre l’hard disk utilizzando l’apposita linguetta adesiva posta sullo stesso. Scollegare quindi l’hard disk dal portatile, rimuovendo l’adattatore
  • Collegare il nuovo SSD all’adattatore già presente, prestando attenzione all’orientazione dell’ingresso. A questo punto si potrà, volendo, staccare e riporre la linguetta adesiva sul nuovo SSD, così da poterlo estrarre in futuro. Per concludere, bisognerà inserire la plastica che blocca tutti i possibili movimenti della nuova componente, avvitando nuovamente le viti

SOSTITUZIONE RAM

  • Rimuovere tutti i moduli RAM già presenti nel portatile, sempre con delicatezza, prima spingendo i supporti laterali verso l’esterno, poi estraendo i moduli dagli ingressi in cui erano inseriti
  • Montare i nuovi moduli RAM effettuando il procedimento inverso: inserirli negli ingressi effettuando una leggera pressione e controllare che i supporti laterali (a molla) ora li mantengano fermi. L’inserimento del modulo nell’ingresso più interno potrebbe risultare leggermente più complicato a causa della maggiore inclinazione del modulo stesso
  • Ricollegare la batteria inserendo nuovamente la linguetta nera tolta in precedenza
  • Chiudere il MacBook, posizionando correttamente la scocca inferiore e avvitando tutte le viti tolte

PRIMA ACCENSIONE

  • A questo punto possiamo procedere all’accensione del MacBook, installando il sistema operativo. Per farlo, bisognerà inserire la chiavetta USB contenente l’OS (per esempio Yosemite) ed accendere il portatile tenendo premuti il tasto di accensione e il tasto ALT contemporaneamente
  • Nel menu Utility OS X, selezionare la voce “Utility Disco” e premere il tasto Continua
  • Spostarsi nel menu “Inizializza” e creare la partizione sul nuovo SSD in questo modo: nella colonna di sinistra, selezionare il nuovo SSD (dovrebbe essere il primo dell’elenco). A destra, dal menu a tendina, scegliere il formato “MAC OS esteso (journaled)” ed inserire un nome a piacere
  • Chiudere il menu “Utility Disco” e spostarsi su “Installa OS X”, premendo il tasto Continua
  • Accettare le condizioni di utilizzo ed attendere l’installazione del sistema operativo (il tempo stimato è di circa un’ora, ma potrebbe impiegarci più tempo)

Già al primo avvio noterete un notevole miglioramento delle prestazioni, e i benefici si allargheranno a tutte le attività effettuate sul portatile, con tempi di lavoro che vengono più che dimezzati. Per queste sostituzioni noi di Uagna.it ci siamo affidati ai prodotti Crucial, azienda leader nel settore. Per la precisione, è stato utilizzato un SSD MX200 da 250GB e un Kit RAM 16GB (2 banchi da 8GB l’uno). Per conoscere le specifiche tecniche ed avere informazioni su questi prodotti e molti altri vi consigliamo di visitare il sito ufficiale cliccando qui. A inizio articolo potete inoltre trovare un video che illustra il procedimento descritto.



Appassionato di tutto ciò che riguarda la tecnologia, il suo interesse spazia in particolare nel mondo dei videogiochi e dell'informatica. Ama ogni genere videoludico, ma predilige i giochi d'azione e le avventure grafiche.