[Recensione] QNAP TS-231P2 – Un NAS piccolo ma potente

QNAP NAS TS231P2 recensione
Di Marco "Rubo" Rubin
3 dicembre 2017

Nell’era del digitale è sempre più utile dotarsi di un NAS, un dispositivo che permette, tra le altre cose, di archiviare tutti i nostri file per condividerli con altri dispositivi all’interno di una rete domestica. QNAP, famosa azienda a livello internazionale per i suoi prodotti di archiviazione dati e videosorveglianza, ha concepito il TS-231P2, un NAS di fascia media, economico, con alte prestazioni e adatto per l’intrattenimento casalingo.

Versione testata: RAM 4GB,HDD 250GB, versione di sistema 4.3.4 beta

Un NAS compatto e performante

Il NAS si presenta piccolo e compatto, di colore bianco, come è ormai tradizione per molte aziende rilasciare prodotti di questo colore per le soluzioni domestiche, riservando il nero al mondo professionale, con una finitura di color argento nel lato frontale. Le dimensioni sono ragionevoli e ben ottimizzate, infatti misura appena 169 x 102 x 219 mm, per cui è possibile appoggiarlo su qualsiasi mensola o mobile senza che stoni con il resto dell’ambiente. Semplice è anche la facciata frontale, che presenta una colonna di LED di stato, il pulsante di accensione e spegnimento ed una porta USB 3.0, assieme ad un pulsante per la copia istantanea dei file. Qui sono presenti anche i due alloggi per i dischi rigidi che andremo ad inserire. Lasciando le facciate laterali e superiore completamente lisce, sul retro sono state poste tutte le porte restanti, tra cui altre due porte USB 3.0, due porte ethernet gigabit, una porta per il cavo di alimentazione da 65W ed una ventola da 70mm per il raffreddamento del dispositivo.

QNAP NAS T231P2 hardware

Il TS-231P2 è alimentato da un processore Alpine AL-212 dual-core 1.7GHz Cortex-A15 di AnnapurnaLabs, una società di Amazon, ed è dotato di 1GB o 4GB di RAM DDR3 a seconda del modello, andandosi a confermare di fascia media. Come riportato dall’azienda stessa, il NAS è in grado di fornire fino a 224MB/s in lettura e 176MB/s in scrittura effettivi, mentre, con crittografia AES 256-bit attiva, fino a 179MB/s in lettura e 150MB/s in scrittura effettivi.

Il sistema operativo

Passiamo ora al sistema operativo, che si presenta con un’interfaccia grafica semplice e pieno di funzioni, inoltre viene frequentemente aggiornato per garantire sicurezza e stabilità. Dopo la configurazione iniziale completamente guidata, ci ritroveremo davanti alla schermata principale, in linea con qualsiasi altro sistema operativo, con una sorta di desktop che contiene tutte le applicazioni preinstallate e scaricate, oltre alle notifiche e varie informazioni utili sullo stato di salute del NAS. Nel caso fossimo utenti esperti, il sistema ci offre un’infinità di funzioni per personalizzare al meglio il nostro dispositivo, proteggerlo da eventuali malintenzionati e molto altro ancora. In caso contrario, non abbiate paura: durante il primo avvio di tutte le applicazioni proprietarie di QNAP ci darà il benvenuto una schermata introduttiva, che ci guiderà attraverso le funzionalità di quello specifico software. Punto a favore dell’azienda, che ha reso tutte le funzioni essenziali, come ad esempio il backup dei dati, la modifica dei documenti e la configurazione del media server accessibili anche ai novizi, lasciando quelle avanzate in zone raggiungibili dagli utenti più esperti, così da evitare una confusione generale.

QTS QNAP NAS sistema operativo

Ovviamente non mancano i programmi più importanti, tra cui il gestore file, che purtroppo ha il difetto di non permettere il drag-and-drop di file e cartelle da una cartella all’altra, il gestore mail, l’editor di testo e l’App Center, pieno zeppo di applicazioni di terze parti da installare. Il centro applicazioni non permette di aggiornare i software solamente tramite download diretto, ma anche scegliendo ed installando il file di aggiornamento che abbiamo scaricato sul nostro PC. Non manca poi la download station, che si occuperà di cercare e scaricare da Internet i file .torrent che ci occorrono. Alcune funzioni, invece, saranno disponibili solo nel caso in cui il NAS abbia più di 1GB di RAM.

Qboost è una delle novità introdotte con la versione di sistema 4.3.4 beta ed è un tool che permette di monitorare le risorse del sistema e liberare dello spazio da file inutili.

Tra i tanti software preinstallati, abbiamo gradito la presenza di OCR Converter, un programma che permette di riconoscere il testo dalle immagini, convertendole in documenti modificabili tramite la tecnologia OCR (Optical Character Recognition). Possiamo scegliere la lingua dei testi da riconoscere e creare delle azioni programmate, in modo da convertire le immagini che vogliamo ad orari prestabiliti, rendendo così più efficiente il processo e facendoci perdere meno tempo. Come già accennato prima, anche qui è presente una schermata iniziale che ci guiderà attraverso il programma alla sua prima apertura.

Per quanto riguarda il lato multimediale, il TS-231P2 riesce a riprodurre senza grossi problemi la maggior parte dei file video, anche in formato .mkv, ma essendo dotato di processore ARM non offre l’accelerazione hardware per i programmi di terze parti come Plex, per cui non sarà possibile riprodurre i video compressi con codec H.265 (o HEVC).

Un’altra caratteristica importante di questo NAS è la possibilità di essere gestito tramite una piattaforma online proprietaria, chiamata myQNAP Cloud, accessibile dopo aver configurato l’applicazione CloudLink scaricabile dall’App Center. Inoltre, è possibile gestirlo anche tramite varie applicazioni scaricabili da Google Play Store ed App Store.

Infine è presente la funzionalità Snapshot, che permette di ripristinare il NAS ad uno stato precedente nel caso venissimo colpiti da attacchi di qualche malintenzionato. Una funzione molto utile e simile ai punti di ripristino di Windows, implementata e rinnovata su tutti i dispositivi QNAP con processore ARM dalla versione di sistema 4.3.4 beta, e già disponibile per quelli dotati di processore Intel ed AMD x86.

Confronto delle caratteristiche della funzione Snapshot di QNAP rispetto alla concorrenza

Conclusioni

Il QNAP TS-231P2 è un NAS di fascia media, che con il suo processore dual core ed i suoi 1GB o 4GB di RAM riesce soddisfare le esigenze di quegli utenti che non richiedono grosse prestazioni, sia a casa che in ufficio, essendo adatto soprattutto come unità di backup dei dati o come media server per l’intrattenimento. Grazie alla completezza dei software preinstallati e alla facilità d’uso del sistema, è sicuramente un prodotto consigliato.

Potete acquistare la versione che abbiamo testato qui su Amazon. Vi ricordiamo che il modello qui riportato non è dotato di dischi rigidi interni.

Un ringraziamento a QNAP per averci fornito il dispositivo per questa recensione.



Entra nel mondo dei videogiochi in tenera età con Pokémon Argento per Game Boy Color e Kingdom Hearts. Appassionato di videogiochi, informatica, anime e manga, adora tenersi aggiornato sulle ultime novità tecnologiche.