10 cose che non sai su Bioshock

Di Andrea "Geo" Peroni
21 settembre 2015

Nonostante l’attuale futuro della serie sia incerto, Bioshock ha rappresentato una pietra miliare nella storia videoludica, a partire dai due titoli consequenziali per arrivare all’ultimo gioco rilasciato, lo splendido spin-off Bioshock Infinite, che si è portato con sè una scia di elogi da critica e fan. Mentre restiamo ancora nell’attesa di scoprire se e quando ci sarà un Bioshock 3 (cosa molto desiderata dai fan), oggi andiamo alla ricerca di 10 curiosità legate a questa magnifica serie.

Ecco 10 cose che potreste non sapere su Bioshock

  1. Nel primo Bioshock possiamo decidere il destino delle misteriose Sorelline, le bambine che troveremo in giro per Rapture City accompagnate dai loro instancabili e imbattili Big Daddy. Una volta ucciso il Big Daddy custode di una Sorellina, potremo decidere se prosciugarla oppure salvarla. Nella prima versione del gioco, invece, questa scelta non era possibile: le Sorelline potevano essere solamente prosciugate. Probabilmente la possibilità di salvarle venne aggiunta per rendere meno crudo il titolo (e per dare più scelta al giocatore).bioshock-wallpaper-games-129401
  2. Il primo Bioshock ebbe uno sviluppo molto travagliato. La prima ambientazione scelta per il titolo fu una stazione spaziale: il gioco avrebbe dovuto essere un FPS fantascientifico, e sarebbe stato una sorta di successore naturale per Sistem Shock 2. Successivamente, il plot venne cambiato, e con esso l’ambientazione, che passò ad essere prima un’isola nell’oceano, fino ad una base nazista sottomarina nella quale venivano condotti esperimenti sugli esseri umani. Alla fine, l’idea della base sottomarina ebbe la meglio, anche se come sappiamo divenne la città di Rapture che tutti conosciamo.
  3. Nel primo Bioshock sono presenti due tipi di Big Daddy, il Buttafuori e Rosie. Originariamente, invece, era presente un terzo tipo di Big Daddy, lo Slow-Pro. Questo tipo di custode delle Sorelline doveva essere più lento rispetto alle altre tipologie, ma con una potenza di fuoco nettamente più grande.
  4. Robert e Rosalind Lutece sono i gemelli che incontriamo spesso durante le vicende di BioShock Infinite. Gemelli? Non proprio. Robert e Rosalind sono infatti la stessa persona, proveniente da due universi differenti. Due personaggi che potevano darci diversi indizi sul protagonista Booker Dewitt.bioshock-infinite2
  5. Il numero 0451 torna continuamente nella saga di BioShock, e non solo. In Sistem Shock, la prima porta viene aperta con il codice 451. In Sistem Shock 2, esiste un’altra porta per accedere ad un’area, che si apre con il codice 45100. In BioShock, il codice 0451 serve ad aprire la prima porta segreta. In BioShock 2, il codice 1540 (il contrario di 0451) viene usato per aprire la prima porta segreta del gioco. Stessa cosa accade in Bioshock Infinite, dove la prima porta viene aperta con il codice 0451. Il numero ritorna anche in molti altri titoli: Deus Ex, Deus Ex: Invisible War, Deus Ex: Human Revolution, Dishonored, Gone Home e The Novelist.
  6. Che universo parallelo sarebbe, se non avesse i classici riferimenti a cose che potevano accadere ma che poi non sono accadute? Anche in Bioshock Infinite, come in altri film e videogiochi, vi è questo rimando alla particolarità degli universi paralleli. Ne è un esempio la serie TV Fringe, dove, nell’universo parallelo al nostro, il film Ritorno al Futuro ha come protagonista Eric Stoltz, e non Michael J. Fox. Gli appassionati della trilogia sapranno sicuramente che il primo attore scelto per interpretare Marty McFly fu proprio Stoltz, che venne poi scatato. In BioShock infinite, dicevamo, questa caratteristica degli universi paralleli persiste: in uno dei cinema visibili dai portali di Elizabeth, è possibile intravedere il titolo Revenge of the Jedi. Di cosa si tratta? Banalmente, del primo titolo che venne dato a Episodio VI: Il ritorno dello Jedi, della saga di Star Wars.jedi
  7. Per il primo Bioshock era stato progettato anche un Plasmide che permetteva di teletrasportarsi, che poi non venne inserito nel gioco finale. In Bioshock 2, però, è possibile trovare un easter egg dedicato a questo Plasmide mai apparso, una fiala chiamata in inglese Unstable Teleport Plasmid.
  8. Il nome di Comstock in Bioshock Infinite deriva probabilmente dalla Legge Comstock. Si tratta di un atto federale americano del 1873, che condannava e criminalizzava l’invio tramite il servizio postale statunitense di alcuni oggetti di natura principalmente erotica, come contraccettivi e farmaci per l’aborto. L’atto venne definito dalla New York Society for the Suppression of Vice, cosietà contro ogni tipo di vizio, così come il fondatore di Columbia.NewYorkSocietyForTheSuppressionOfVice
  9. L’inizio del primo BioShock è un chiaro riferimento ad Half Life. Il protagonista, infatti, viene contattato da Atlas, che gli suggerisce di cercare un piede di porco o qualcosa di simile per potersi difendere. Il piede di porco è un riferimento alla prima arma di Gordon Freeman, protagonista di Half Life, che è appunto la Crowbar, un piede di porco.piedeporco
  10. Nel primo BioShock, inizialmente, non dovevano essere le Sorelline a raccogliere l’Adam, ma…un cane su sedia a rotelle. Sì, si tratta di qualcosa di molto strano, anomalo ma soprattutto abbastanza raccapricciante: sicuramente la scelta migliore è stata quella delle sorelline.cane



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.