10 cose che non sai su Bloodborne

Di Marco "Bounty" Di Prospero
6 marzo 2015

Bloodborne è una nuova IP sviluppata da From Software, sviluppata sulla falsa riga delle serie Demon e Dark Souls, anch’esse sviluppate dalla stessa software house. Il gioco è un GDR e vedrà la luce il prossimo 25 Marzo 2015. Dal momento dell’annuncio, sono state diramate diverse informazioni, ma qui vogliamo raccogliere le “10 cose che potresti non sapere su Bloodborne”. In particolare:

  1. Per giocare online (PvP o co-op) avrete bisogno di un abbonamento al PS Plus ma, per scaricare gli aggiornamenti e per partecipare ai dungeons dei nostri amici non sarà necessario possederlo;
  2. Il giorno dell’uscita, ci sarà una patch da scaricare;
  3. La co-op supporterà un massimo di tre giocatori, di cui uno sarà host;
  4. La co-op in questione terminerà dopo che è stato sconfitto il boss del dungeon. In seguito, ogni giocatore riceverà una ricompensa;
  5. Se il giocatore che è host muore, il dungeon si concluderà, ma se moriranno gli altri due utenti, questi non riceveranno alcuna ricompensa, anche se l’host riuscirà a concludere la missione;mostribloodborne
  6. I diversi giocatori, potranno essere uniti in una stessa partita co-op se sceglieranno una stessa password (con un sistema denominato Watchword);
  7. Nel PvP, l’host sarà svolto dal giocatore che viene invaso e potrà essere invaso da ben due giocatori;
  8. I giocatori potranno leggere i messaggi di aiuto, lasciati dagli altri utenti e potranno vedere il modo in cui sono morti;
  9. I dungeons che creeremo, potranno essere condivisi e giocati da altri giocatori;
  10. I dungeons potranno essere o normali (presenti di defaul all’interno del titolo), o generati.

Queste dunque le 10 cose che potresti non sapere su Bloodborne. Vi ricordiamo che questo titolo sarà un’esclusiva Playstation 4.

Restate su Uagna per nuovi aggiornamenti sulla questione.



Sono uno studente di economia e commercio che ama passare parte del tempo libero davanti ad una console. Considero il videogioco come una forma d'arte, in grado di trasmettere valori e emozioni, che permette di "mettere in pausa" la vita stressante di tutti i giorni. Spero di poter condividere con tutti voi questa mia passione e di farvi conoscere il mondo del gaming.