10 cose che non sai su Resident Evil

Di Marco "Bounty" Di Prospero
15 gennaio 2017

L’uscita di Resident Evil VII, settimo titolo della serie horror creata da Capcom, è ormai alle porte e, proprio per questo motivo, abbiamo deciso di scrivere un articolo che racchiude le 10 cose che potreste non sapere su Resident Evil, in cui saranno riportate tutte le curiosità di una delle più famose saghe horror.

    1. Il vero nome di Resident Evil è Biohazard, fatto che forse già conoscevate. Perché Capcom ha deciso di mantenere tale nome solo sul suolo giapponese? In realtà la software house è stata quasi costretta a cambiare nome al proprio gioco, in quanto il nome “Biohazard” era già coperto dal copyright di una band americana degli anni 80’.
    2. I doppiatori di Resident Evil 1 sono stati licenziati ad opera compiuta e, prima della pubblicazione del gioco, Shinji Mikami ha deciso di chiamarne di nuovi e di effettuare da capo il doppiaggio. Questo perché Mikami rimase totalmente insoddisfatto del primo doppiaggio.
    3. La saga di Resident Evil ha dato vita ad una serie di film, di cui sicuramente conoscerete l’esistenza. Tuttavia, i film rilasciati sarebbero dovuti essere molto diversi da quelli che sono stati proiettati. Il progetto di creare il film fu infatti affidato, in un primo momento, a George Romero, famoso per aver diretto l’Alba dei morti viventi. In particolare, lo script iniziale prevedeva infatti una trama molto simile a quella del videogame così come i personaggi, che sarebbero dovuti essere gli stessi della serie.
    4. Resident Evil è ispirato ad un gioco per Nintendo (NES) chiamato Sweet Home, un RPG, soprattutto per quanto riguarda l’atmosfera horror.
    5. Controllando il codice di gioco di Resident Evil 0, troverete un tipo di erba rosa, diversa da quelle che appaiono nel gioco. Capcom tuttavia, non ha mai spiegato a cosa servisse questo tipo di erba ed il motivo per cui non è stata inserita nel gioco finale.
    6. Resident Evil 2 sarebbe dovuto essere del tutto diverso rispetto al gioco che tutti conosciamo: esiste infatti una versione del gioco soprannominata Resident Evil 1.5, nella quale avremo ritrovato Leon ma non   claire redfield, sosituita da una ragazza chiamata Elza Walker. Questa versione del gioco era praticamente pronta per la pubblicazione ma, poco prima, Mikami decise di apportare delle modifiche, creando di nuovo da zero questo titolo. Inoltre, uno dei motivi per cui RE 1.5 non vide mai la luce è legato al fatto che questa versione prevedeva una conclusione a tutta la serie, senza dare spazio ad un possibile seguito.
    7. Tutta la saga di Resident Evil sarebbe dovuto essere un FPS anche se poi fu sviluppata come un gioco in terza persona. Ora forse è chiaro il motivo per cui Resident Evil VII sarà in prima persona.
    8. Inizialmente Resident Evil 3 non sarebbe dovuto essere Nemesis ma Code Veronica. Tuttavia Sony aveva stretto un accordo con Capcom nel quale veniva richiesto che su PS1 fossero rilasciati tre capitoli principali legati alla serie.
    9. Per molto tempo si è creduto che in Resident Evil 2 fosse possibile utilizzare Akuma di Street fighter come personaggio giocabile, fatto che poi si rivelò una bufala.
    10. In origine, Devil May Cry sarebbe dovuto essere Resident Evil 4 che avrebbe visto come protagonista principale il buon Dante. Dopo un’attenta analisi però, il gioco risultò troppo diverso dagli standard della serie e, per questo motivo, Capcom decise di creare una nuova IP, conosciuta per l’appunto con il nome di Devil May Cry.



Sono uno studente di economia e commercio che ama passare parte del tempo libero davanti ad una console. Considero il videogioco come una forma d’arte, in grado di trasmettere valori e emozioni, che permette di “mettere in pausa” la vita stressante di tutti i giorni. Spero di poter condividere con tutti voi questa mia passione e di farvi conoscere il mondo del gaming.