5 cose che devi sapere su Shadows of Evil

Di Andrea "Geo" Peroni
28 ottobre 2015

Mancano sempre meno giorni all’uscita di uno dei titoli più attesi della stagione videoludica, Call of Duty: Black Ops 3. Treyarch, da sempre sinonimo di qualità, è pronta al grande debutto su PS4 e Xbox One (il gioco sarà disponibile anche su PC, PS3 e Xbox 360), e con essa la modalità forse più amata dell’intera serie, Zombie.

Con Black Ops 3 avremo il debutto di 4 inediti personaggi nella mappa Shadows of Evil, che dalle poche immagini mostrate sembra aver davvero portato la modalità ad un altro livello. Oggi vi vogliamo proporre 5 cose che ognuno di voi deve assolutamente sapere su Shadows of Evil!

Black_Ops_3_Zombies_Shadows_of_Evil_Jack_Vincent_WM.0

LA STORIA

Shadows of Evil è ambientata a Morg City, negli anni ’40, ed è direttamente collegata con Mob of the Dead (anche se ancora non si conosce il preciso collegamento). I quattro personaggi Floyd, Jessica, Nero e Jack si sono macchiati di orribili omicidi, e, sotto la guida (o il potere?) del misterioso Uomo Ombra, sono stati drogati e portati a combattere una invasione di zombie. Ora, le teorie sono tre: Morg City è effettivamente invasa dagli zombie, anche se non si spiegherebbero molti elementi che collegano la mappa a Mob of the Dead; i quattro personaggi vengono drogati e immaginano gli avvenimenti di Shadows of Evil (ma anche qui il collegamento con Mob of the Dead diventa di difficile comprensione); la terza teoria (la più fondata, secondo chi scrive) si basa sul concetto che i quattro personaggi, drogati dallo stesso Uomo Ombra, siano stati teletrasportati in una versione alternativa di Morg City, una sorta di Purgatorio dal quale dovranno riuscire a uscire (lo stesso Uomo Ombra dice che conosce ognuno dei loro peccati e che i personaggi dovranno ascoltarlo per poter uscire dalla città). In ogni caso, sarà interessante scoprire come Morg City sarà collegata agli avvenimenti di Alcatraz, che ricordiamo sono ambientati in una sorta di Inferno (o un Purgatorio?), e della quale abbiamo già avuto qualche rimando nel trailer di Shadows of Evil: nella mappa sarà infatti presente una stanza per rituali, con un tavolo e alcuni oggetti che ci hanno ricordato molto le ambientazioni di Mob of the Dead (come il tavolo dell’ufficio del direttore, quello dove si recupera la Spingardatrice grazie ai teschi blu sparsi per la mappa).

LE CARAMELLE

Una delle aggiunte che fin dal primo trailer di Shadows of Evil ci ha incuriosito è la presenza dei distributori di caramelle. Al momento non sappiamo nel minimo dettaglio le capacità che ci forniranno i suddetti dolci, ma attraverso i trailer e le immagini diffuse (e i leak direttamente dagli insider del web), possiamo fare alcune considerazioni. Innanzitutto, le caramelle saranno perk che potremmo definire “temporanei”, dunque non si tratterà di bonus come le bibite che durano fino a che non si viene buttati a terra; in questo senso, non si tratterà neanche di perk a tempo determinato come le Munizioni massime, le Uccisioni istantanee, il Sangue zombie, Falegname e così via. Le caramelle potranno essere acquistate direttamente dai distributori sparsi a Morg City (ipotizziamo, acquistate sborsando sudati crediti), e potranno essere “immagazzinate” ed utilizzate al momento opportuno; dopo l’utilizzo, la caramella sarà quindi sparita dal nostro inventario, e dovremo comprarne un’altra. Per quanto riguarda i poteri che le caramelle ci forniranno, ancora non sono stati definiti pienamente, ma sempre dai trailer abbiamo avuto qualche assaggio: una delle caramelle sembra infatti creare dei cloni del nostro personaggio che potrebbero disperdere gli zombie intorno a noi.

Black_Ops_3_Zombies_Shadows_of_Evil_1_WM.0.0

IL TRAM

Come avevamo già ipotizzato dopo l’uscita della Lista Trofei di Black Ops 3, in Shadows of Evil sarà presente un tram che sarà possibile utilizzare per spostarsi all’interno della mappa. Probabilmente si tratterà di un mezzo di trasporto come quelli già visti negli altri giochi, quindi l’autobus di TranZit guidato da Tedd e il carro armato di Origins, ossia mezzi di trasporto con un percorso preimpostato e che quindi non saranno propriamente guidabili. Una curiosa aggiunta, inserita non solo in virtù dei mezzi già utilizzati in passato, ma anche perché la mappa ambientata a Morg City una delle più grandi (se non la più grande) mai creata per la modalità Zombie di Call of Duty.

LE ABILITA’ DEI PERSONAGGI E I PUNTI EXP

Ognuno dei quattro protagonisti di Shadows of Evil (Jessica, Nero, Jack e Floyd) avrà delle abilità e degli equipaggiamenti precisi all’inizio di ogni partita. In ognuno dei trailer di Black Ops 3 Zombie, infatti è stato rimarcato questo aspetto di Shadows of Evil, nel quale ogni personaggio appare con un’arma particolare, che potrà verosimilmente utilizzare già dal round 1. Floyd, ad esempio, sarà dotato di una sorta di tirapugni, rendendolo più forte su combattimenti ravvicinati, mentre Nero è un esperto lanciatore di coltelli, e dunque sarà abile nei combattimenti dalla lunga distanza. Ognuno dei personaggi, inoltre, potrà progredire di livello, anche se per il momento non sappiamo cosa sbloccherà il passaggio di un livello (probabilmente nuovi equipaggiamenti, o magari nuovi costumi o addirittura nuove caramelle acquistabili ai distributori).

Black-Ops-3-Zombies_Shadows-of-Evil-3_WM

GLI OCCHI GIALLI DEGLI ZOMBIE E IL NUOVO MOSTRO

Nella modalità Zombie di Call of Duty, il colore degli occhi degli zombie ha un preciso significato, in quanto indica quale personaggio sta effettivamente comandando gli zombie: se questi vengono controllati da Richtofen hanno gli occhi blu; se vengono controllati da Ludwig Maxis hanno gli occhi arancioni (lo si intravede nel finale di Buried); se invece sono controllati da Samantha, hanno gli occhi gialli. Fanno eccezione gli zombie di Mob of the Dead (occhi rossi), per i quali in più di un’occasione è stato ipotizzato il controllo da parte del Diavolo, o comunque di un’entità demoniaca (vista l’ambientazione della mappa). In Shadows of Evil gli zombie hanno gli occhi gialli, quindi a meno di clamorosi risvolti all’interno della trama questi saranno controllati da Samantha Maxis. Di fatto, questa è una certezza, ma la nostra domanda è: perché gli occhi gialli? Le nostre teorie sull’ambientazione “infernale” di Shadows sarebbero infatti state molto più fondate nel caso in cui gli zombie a Morg City avessero avuto gli occhi rossi, e invece hanno gli occhi gialli (anche se qui sorge un’ulteriore domanda: da dove cavolo è uscito fuori il Morgwa, il nuovo mostro che incontreremo in Shadows of Evil? Non potrebbe verosimilmente essere un essere infernale?). Sarà sicuramente un mistero che ci accompagnerà almeno fino all’uscita del gioco, anche se occorre considerare un nuovo aspetto: anche gli zombie a The Giant hanno gli occhi gialli, e la mappa rappresenterà un nuovo inizio per la modalità zombie (e sarà ambientata prima di Shadows of Evil). Un possibile indizio del fatto che gli avvenimenti di The Giant avranno ripercussioni su Morg City?

 

 



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.