Anteprima World of Final Fantasy

world of final fantasy
Di Andrea "Geo" Peroni
11 ottobre 2016

Mentre il mondo intero attende Final Fantasy XV, la nuova incarnazione di uno dei franchise più longevi e famosi di sempre, non molti hanno a mente che a fine mese, precisamente il 28 ottobre, esordirà un interessantissimo spin-off della serie. World of Final Fantasy, esclusiva PS4 e PlayStation Vita prodotta e sviluppata come sempre da Square-Enix, invaderà il mercato in leggera sordina a causa dell’affollatissimo periodo di uscite che vede, nell’arco di sole due settimane, titoli come Call of Duty, Battlefield, Titanfall e TES V: Skyrim Remastered contendersi lo scettro di più venduto. Non per questo, però, dobbiamo sottovalutare un gioco che ci ha attratto sin dal suo primo trailer, mostrato all’E3 dello scorso anno. Vediamo insieme in questa breve anteprima cosa ci attende nel mondo di World of Final Fantasy.

world_of_final_fantasy_promo

Ad un primo sguardo, il nuovo spin-off di Final Fantasy può apparire come una sorta di GDR che ripropone le meccaniche classiche della serie unite ad un gameplay Pokémon-style. Ebbene, è esattamente così. World of Final Fantasy porterà i fan a vivere una esperienza innovativa, esplorando modi di giocare che si avvicinano ai celebri giochi Nintendo o a serie come Shin Megami Tensei o anche al recente Digimon Story: Cyber Sleuth. Protagonisti di questo nuovo titolo saranno Reynn e Lann, due fratelli che si ritroveranno sulle spalle  il pesante fardello di dover guidare la rinascita di un mondo minacciato da forze oscure, dopo aver abbandonato i loro luoghi di origine. Tutto questo servendosi dei Mirage, mostriciattoli dalla forma bizzarra che saranno anche i veri combattenti all’interno del gioco.

world of final fantasy

Il principio di acquisizione di un Mirage, che non saranno altro che alcuni tra gli esseri più conosciuti dell’intero franchise di Final Fantasy, è esattamente lo stesso di un qualsiasi  gioco dedicato ai Pokémon: se incontrerete uno di questi Mirage in modalità “selvatica”, potrete indebolirlo e infine provare a catturarlo, per poi portarlo con voi e spingerlo a lottare per i vostri scopi. A questo punto il Mirage sarà sotto il vostro totale controllo, e sarete voi stessi a conferirgli nuove abilità e una progressione personalizzata che procederà secondo i vostri gusti. La stampa specializzata, che ha già avuto modo di provare il titolo, parla ad esempio di alcune abilità che permettono ai Mirage di trovare oggetti nascosti, mentre altre abilità conferiscono una capacità di cattura dei Mirage selvatici molto più alta. Alla fase di combattimento, che assume una grande profondità grazie alle feature che permettono anche la fusione tra i personaggi e i mostri durante la battaglia, si unisce ovviamente la fase di esplorazione: potrete scegliere di visitare l’intero mondo di gioco in modalità “normale” (chiamata Jiant) e di accrescere la vostra esperienza, oppure di esplorare i luoghi nella forma ridotta Lilkin, che vi permetterà inoltre di evitare incontri spiacevoli con mostri selvatici.

world of final fantasy

Con la complicità di importanti e conosciuti personaggi di uno dei suoi franchise di punta, Square-Enix cerca una via nuova per ravvivare il franchise e accaparrarsi qualche nuovo giocatore, magari (e soprattutto) tra coloro che prediligono un combattimento a turni e un sistema di progressione della propria squadra sullo stile dei titoli di GameFreak. Accattivante e interessante sin dalle prime immagini, con uno stile cartoonesco e molto colorato, solo il tempo ci dirà se WoFF sarà riuscito a ritagliarsi un posto su un mercato autunnale che sarà a dir poco ricco di uscite. I dubbi maggiori riguardano la storia, mai approfondita particolarmente in questi mesi ma che sarà un aspetto fondamentale del gioco vista la sua natura.



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.