Cars 3: In gara per la vittoria – Anteprima

Cars 3
Di Andrea "Geo" Peroni
3 giugno 2017

Nella cornice del Videogames Party di Milano, ormai consueta sede di Warner Bros. per i suoi eventi dedicati alle future release, Troy Johnson di Avalanche Software ci ha parlato del nuovo titolo della software house in uscita a settembre, Cars 3: In gara per la vittoria. Dopo la chiusura della serie Disney Infinity, che da anni occupava appunto lo studio, Avalanche ha trovato in Warner Bros. una nuova ragione di vita, ma lavorando sempre a contatto con una proprietà di casa Disney. Qualcosa di più del classico tie-in, Cars 3: In gara per la vittoria riporta Saetta McQueen e i suoi amici sui nostri schermi con un racing game destinato ai più piccoli ma che non farà disdegnare anche qualche giocatore grandicello.

MOTORI RUGGENTI

Accompagnati dal doppiaggio completamente in italiano, con tanto di voci illustri dal film come Massimiliano Manfredi e Pino Insegno, il compito da svolgere per Cars 3 sarà intuibile sin dal primo istante: correre e divertire. Il gioco è un racing game, e fa parte di quel filone inaugurato molti anni fa con la serie Mario Kart e dalla quale sono scaturiti poi una lunga serie di discepoli. Con Cars 3 ritroviamo i più classici elementi di questo tipo di gioco: partenze con tanto di turbo, derapate che caricano la barra azionabile del NOS, power-up ottenibili in gara per fronteggiare gli avversari con tanto di missili, bombe, barili esplosivi e chi più ne ha più ne metta.

Non manca un pizzico di novità rispetto alle formule alle quali siamo abituati, e questo perché in Cars 3 i piloti sono le auto stesse. La particolarità del film Disney Pixar è infatti quella che ha portato le auto ad essere i veri protagonisti della storia, umanizzandole e rendendole vive al 100%. Capiterà quindi che in gara l’auto sia in grado di fare cose, sotto vostro comando, che in un normale Mario Kart, o CTR o così via, non potreste fare. Tra le abilità di ogni auto ci sarà infatti quella di prendere a vigorose sportellate i rivali alla vostra destra o sinistra, così come anche correre su due ruote in speciali sezioni del tracciato che ricaricano più velocemente la barra turbo, o addirittura galoppare in retromarcia a caccia di velocità in più.

UNA SAETTA LUMINOSA

I tracciati, che saranno 21, sono stati ben costruiti e resi con più varietà. In più di un’occasione, nei giri successivi al primo di rodaggio, vi capiterà di imbattervi in qualche via secondaria, scorciatoia che magari prima vi è sfuggita. In generale ogni corsa sarà dinamica al punto giusto, e in grado di non farvi pesare troppo l’inevitabile monotonia alla quale andrete incontro dopo aver provato per 10 volte la stessa gara. Per fortuna, se la sessione di corsa vi dovesse stancare, Avalanche ha anche creato un apposito mondo da esplorare, Thomasville, grande area nella quale portare a termine missioni secondarie e challenge anche in compagnia di un amico che faciliterà la riuscita del tutto.

Una buona varietà di ambienti farà da cornice alle gare del mondo di Cars, il quale può talvolta essere “modificato” dalle armi dei concorrenti. Durante le nostre sessioni abbiamo visto anche un buon grado di distruttibilità di componenti del tracciato come ponti e staccionate, anche se non sappiamo se questi “danni” possano provocare qualche cambiamento nel percorso con lo sblocco magari di qualche inaspettata scorciatoia o se si tratti solamente di elementi per deliziare l’occhio. A tal proposito, gli effetti luminosi e i colori vivaci riescono a sopperire ad un comparto tecnico non proprio al top, ma siamo sicuri che lo scopo di Avalanche non fosse quello di portare sul mercato un nuovo titolo da Guinnes dei primati per la grafica di gioco.

Saranno 20 i piloti, non solo da Cars 3 ma anche da altri film della saga, che si affronteranno nelle 7 modalità presenti, oltre alle classiche Coppe che saranno gare da portare a termine consecutivamente. Corsa semplice, gara con power-up, show delle acrobazie, eliminazione, best lap challenge ed infine quello che Johnson ha definito come una specie di Boss Race, gli eventi per esperti. Saranno gare di difficoltà leggermente più elevata, che sarà comunque sempre tarata verso il basso visto il target principale di riferimento. In chiusura, una piccola nota: Cars 3: In gara per la vittoria è una manna dal cielo per i cacciatori di Trofei. In una sessione di circa 20 minuti, sono stati 9 gli Achievements conquistati. Mica male!

Cars 3: In gara per la vittoria sarà disponibile dal 14 settembre, in concomitanza con l’uscita nei cinema del film. Per quello che abbiamo visto, siamo sicuri che il prodotto, pensato appositamente per il pubblico più giovane, saprà ritagliarsi il suo successo personale. Cosa che auspichiamo visto anche il bel lavoro messo in piedi da Avalanche.



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.