Vi raccontiamo le novità di Injustice 2

injustice harley quinn
Di Andrea "Geo" Peroni
10 maggio 2017

Supereroi e supervillain DC sono pronti a darsi nuovamente battaglia sui nostri sistemi. Injustice 2, sequel dell’apprezzatissimo picchiaduro del 2013, si prepara al debutto su PlayStation 4 e Xbox One con tante premesse e promesse, e l’intento di riuscire a replicare il grande successo del suo predecessore grazie ad una solida struttura messa in piedi dai soliti NetherRealm Studios.

In occasione di un evento tenutosi a Milano, siamo riusciti a provare in leggero anticipo rispetto alla release (fissata per il 16 maggio) di Injustice 2, e a capire cosa potremmo ritrovarci di fronte grazie alle parole uscite direttamente dalla bocca degli sviluppatori e alle sessioni di gioco effettuate. Oltre ad un roster rivisitato e ampliato, tra le cui novità troviamo Dottor Fate, i ragazzi di NetherRealm hanno pensato a come rendere Injustice 2 un titolo che potesse rappresentare una netta evoluzione rispetto a ciò che è venuto prima. Dovendo confrontarsi con un mercato sempre più crescente di picchiaduro in 2D su dispositivi mobile, e il ritorno di saghe storiche come Tekken 7 atteso a giugno e Marvel Vs. Capcom Infinite in autunno, gli sviluppatori hanno deciso di offrire più possibilità e attività ai giocatori.

L’introduzione forse più radicale, e anche quella che potrebbe creare particolari problemi se non studiata con cura, è il Gear System. Accrescere l’esperienza di ogni personaggio del roster significa farlo salire lentamente di livello, premiandolo a fine incontro con relativi crediti ed extra. Tra questi extra ci sono anche nuovi equipaggiamenti, corazze e quant’altro che personalizzeranno non solo l’aspetto del vostro combattente preferito ma anche le sue statistiche. Abbiamo dato uno sguardo, da lontano in effetti, alle nuove letali armi di Catwoman, e ad alcuni costumi di Batman davvero eccezionali da vedere.

Se ancora non sappiamo cosa potrà riservarci questo Gear System (nome ancora sconosciuto in italiano) in termini di bilanciamento e affinità con tutte le modalità, possiamo illustrarvi una panoramica sul Multiverse. NetherRealm si è preoccupata di rendere sempre vivo e vegeto il suo mondo di gioco, e gli eventi giornalieri del Multiverso si prospettano come un gustosa alternativa nel titolo. Ogni giorno, effettuando il login, sarà presente la sezione dedicata del Multiverse, che darà l’accesso a 6 eventi giornalieri che comprendono vari livelli di difficoltà e compiti extra da portare a termine, il tutto in cambio di preziose ricompense e crediti che promettono di dare un calcio alla noia nel caso abbiate già fatto tutto il possibile su Injustice 2. Gli sviluppatori assicurano che gli eventi scelti saranno tantissimi, e che subiranno una rotazione adeguata per evitare ripetizioni nell’arco di poco tempo.

Il comparto tecnico ci ha soddisfatto. Le animazioni sono molto articolate, i livelli di gioco e le texture sono un piacere per gli occhi, e sotto questo punto di vista sono pochi i dubbi. Resta da testare, ed è una cosa che probabilmente sarà verificata sul lungo termine, la reale efficacia e i possibili problemi di bilanciamento legati agli equipaggiamenti e all’avanzamento dei personaggi. Sempre in questo senso, si inserisce il dubbio sulle Scatole Madri da decodificare. Acquistabili con i crediti acquisiti in gioco (e forse anche con microtransazioni), le Scatole Madri sono alla stregua degli scrigni di Overwatch, di Paladins, di Clash Royale, di Call of Duty e molti altri. Decodificandole, le Scatole si apriranno consegnando nelle vostre mani un nuovo oggetto, una skin o un’arma con i quali personalizzare i personaggi, e il dubbio sul bilanciamento, come potrete capire, resta un tema attuale. Per quanto riguarda il multiplayer abbiamo poche indicazioni su tale fronte, e dovremo attendere la release finale per avere un quadro più completo.



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato “videogioco” alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.