AppCensione – Suicide Squad

suicide squad
Di Andrea "Geo" Peroni
21 agosto 2016

AppCensione, ovvero una breve Recensione di una App. Perché chi, ancora, nel 2016, crede che i nostri smartphone non possano ospitare dei titoli interessanti? Iniziamo ad addentrarci in un mondo in cui il mobile gaming diventerà sempre più importante nell’industria videoludica, e dunque anche prodotti di questo tipo meritano un’attenzione sempre maggiore. Ma come iniziare la serie di AppCensioni se non con un gioco sulla cresta dell’onda legato ad un prodotto altrettanto chiacchierato? Ecco a voi Suicide Squad: Special Ops, gioco di Warner Bros. International Enterprises e dedicato all’omonimo film nei cinema da alcuni giorni.

La storia, se storia si può chiamare, della app Suicide Squad è molto semplice: Deadshot, Harley Quinn e Diablo vengono inviati dal governo come una task force super segreta, con l’intento di fermare un’orda di misteriosi esseri che stanno imperversando per tutta la città. Se speravate di poter contare sull’intera Task Force X, sbagliate di grosso: in Suicide Squad potrete utilizzare solamente i tre personaggi citati, dunque dite addio (almeno per il momento, speriamo in aggiornamenti futuri) a Rick Flag, Capitan Boomerang, Killer Croc e Joker. Un roster decisamente contenuto, ma funzionale a quello che dovremo fare. In Suicide Squad l’unica cosa da fare è sopravvivere, e i tre protagonisti sapranno portare a termine la cosa in tutta tranquillità. Dopo un brevissimo tutorial nei panni di chi vorrete tra Deadshot (nel film interpretato dal grande Will Smith), Harley Quinn (Margot Robbie) ed El Diablo (Jay Hernandez), che vi spiegherà i comandi di base, le munizioni e i punti più deboli dei nemici, sarete pronti ad iniziare una resistenza a orde di nemici. Ad ogni gruppo di ondate sbloccherete anche differenti parti di città, il che significa che avrete a disposizione spazi più ampi per combattere: in certi casi sarà ottimale, vista la maggiore quantità di munizioni che potrete recuperare con Deadshot, ma in altri momenti dovrete forzatamente resistere in un unico punto ai molteplici nemici, di forza man mano crescente, che arriveranno da più parti, e in questo caso risulterà naturalmente più efficace un personaggio come Diablo.

suicidesquad_screen1

Inutile dire che il personaggio più equilibrato, per resistenza, attacco speciale (che sbloccherete colpendo alla testa i nemici), e forza di fuoco, è naturalmente Deadshot, l’infallibile cecchino. Peccato solo che il gioco non richieda di dover sparare, né con Deadshot né con altri personaggi. I soli comandi che dovrete tenere a mente giocando a Suicide Squad riguardano infatti il movimento del personaggio, la rotazione della telecamera, l’attivazione della mossa speciale e l’eventuale utilizzo dell’arma secondaria (le mitragliette a braccio per Deadshot, una sorta di Magnum per Harley Quinn), dato che ogni qualvolta che il personaggio si ritroverà orientato verso un nemico e ad una distanza ottimale sarà il gioco stesso a far partire il colpo, senza che voi dobbiate farlo altro. Un peccato, questo è vero, ma l’inserimento di troppi comandi avrebbe reso davvero difficoltoso il gioco, considerando che le orde di nemici non vi lasceranno spesso neanche il tempo di girarvi a guardarli. Ad aggiungere profondità al gioco abbiamo però i vari perk che sbloccherete andando avanti con la sopravvivenza. Di tanto in tanto il gioco vi fornirà infatti potenziamenti che potrete sbloccare, che vanno dal classico aumento della vita, alla velocizzazione della ricarica dell’arma.

suicidesquad_screen2

In poche parole, abbiamo già raccontato tutto ciò che c’era da dire di Suicide Squad: Special Ops. Una app senza troppe pretese, ma che farà sicuramente divertire sia i fan del film del DC Extended Universe, sia chi cerca un semplice mobile game col quale passare qualche momento in metropolitana o in treno. Completamente in italiano, con un accattivante stile cel shading molto apprezzabile, il gioco pecca per l’ingente consumo della batteria (il cellulare si scalderà dopo pochi minuti di utilizzo) e per i pochi personaggi presenti al momento, alcuni dei quali non presentano particolari abilità degne di nota (non facciamo nomi, Harley Quinn), e che speriamo aumenteranno nel corso del tempo.

Link per Play Store

Link per App Store



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.