AppCensione – Independence Day: Extinction

independence day extinction
Di Andrea "Geo" Peroni
15 settembre 2016

Nel mare degli sconfinati cloni di Clash of Clans, sicuramente il più celebre degli strategici/gestionali tra i giochi mobile, è difficile trovarne qualcuno che possa distaccarsene nettamente e che possa offrire una più vasta e completa esperienza di gioco. È esattamente il caso dell’app di oggi, Indipendente Day: Extinction, che da diverse settimane è disponibile su Android e iOS e che rappresenta il tie in del nuovo film di Roland Emmerich, Indipendence Day: Rigenerazione. Per quei pochi che non lo conoscessero, il primo film della serie diretta da Emmerich rappresenta una vera pietra miliare nella storia dei film “catastrofici”, che tra cast di livello stellare ed effetti speciali usati in gran quantità stabilì nuovi canoni di concezione per i film fantascientifici di Hollywood. Ci pensa invece il piccolo studio Linekong US a portare sui nostri telefoni un gioco dedicato alla grande guerra tra alieni e umani, e, sebbene il risultato sia come abbiamo già detto una nuova copia del gioco Supercell, il tentativo è da apprezzare e da provare per assaporare l’aria di conflitto che si respirerà anche nei cinema.

id_extinction_1

Dopo aver scelgo quale fazione comandare, tra umani e alieni, potremo addentrarci nel gioco. Iniziamo dunque con un patriottistico impeto che ci costringe a guidare gli umani per andare a prendere a calci in quel posto gli alieni, e siamo pronti a partire. Il presidente Whitmore, interpretato dal grande Bill Pullman (Casper, Balle Spaziali), all’inizio del gioco ci informerà sulla situazione e sulle nostre mansioni: la Terra è sotto attacco, la tecnologia ha fatto passi da gigante dopo l’attacco di 20 anni prima, e gli alieni vogliono di nuovo sterminare la nostra razza (non si è mai capito perché…). Inizia dunque così la nostra gestione del campo base, che sarà inizialmente composto da poche strutture atte al reclutamento e allo sfruttamento delle risorse, e che toccherà poi a noi far progredire col passare del tempo. Per quanto riguarda le risorse, ce ne saranno due principali di nostro interesse, ossia il titanio e il plasma. Come raccoglierle, più velocemente e in maggior quantità? Ma naturalmente aumentando il livello del nostro campo base, costruendo nuovi magazzini e potenziando le trivelle già esistenti. Semplice, no?

id_extinction_2

La fusione a freddo, che nel mondo di Independence Day gli umani hanno utilizzato sfruttando la tecnologia degli Harvester (la razza aliena), sarà invece il motore pulsante della velocità di upgrade della vostra base. Se dovessimo fare un (ovvio) paragone con Clash of Clans, Gemme = fusione a freddo, ossia un modo per accrescere velocemente il vostro arsenale, ultimare le costruzioni in corso in pochissimo tempo e naturalmente potenziare il vostro esercito. Potenziamento che col tempo potrà però essere fatto anche senza dover necessariamente ricorrere alle microtransazioni per la fusione a freddo: ogni volta che porterete a compimento con successo una missione, che sia contro il computer o in PvP, verrete infatti ricompensati con risorse e oggetti per fare un upgrade delle vostre truppe. In questo, c’è da dire, troviamo una piccola differenza da Clash of Clans. In Independence Day: Extinction, per poter proseguire nel potenziamento, dovrete raccogliere una sorta di “carte”: la fanteria ad esempio richiederà inizialmente 2 carte per procedere al livello 2, poi 3 per il livello 3, e così via. Tra questo esercito abbiamo trovato anche delle interessanti varianti: si passa dalla fanteria leggera, ai mezzi corazzati, per poi passare ai vari “eroi” (i personaggi del film, che verranno a darci una mano). Insieme al potenziamento delle truppe, indispensabile per proseguire nella storia, dovrete anche valutare con cura le risorse da destinare alla vostra base, per farla crescere e difenderla dagli attacchi nemici.

Voto: 8/10

Buon tentativo da parte di Linekong US, da apprezzare. Sfruttando il gameplay di un gioco come Clash of Clans e la popolarità acquisita conseguentemente dai giochi di questo tipo, lo studio di sviluppo crea un’app con poche pretese ma che sarà azzeccatissima per gli amanti del genere. Immancabili le microtransazioni, ma negli anni abbiamo imparato a farci l’abitudine. Un bel modo anche per rituffarsi nel mondo fantascientifico di Independence Day, ma il voto si abbassa di qualche punto a causa della sterile mancanza di novità effettive rispetto a Clash of Clans. Divertente, ma davvero troppo simile per non dire uguale.

Link per Play Store

Link per App Store



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.