Assassin’s Creed nel presente è possibile?

Di Lorenzo "Cloudark" Domaine
18 novembre 2013

ubisoftAssassin’s Creed da sempre ci ha abituati a visitare varie epoche più o meno lontane alla nostra. Allora, vedremo mai un Assassin’s Creed ambientato nel presente?
A risponderci è Darby McDevitt di Ubisoft Montreal il quale si è mostrato molto scettico al riguardo. Gli elementi che impedirebbero la realizzazione di un Assassin’s Creed contemporaneo sono molti e per farcelo capire McDevitt ci ha portato un esempio.
L’esempio in questione è stato quello di cercare di immaginarci un assassino che debba destreggiarsi tra auto, metropoli e armi moderne. Se ciò accadesse, il problema sarebbe quello di modificare e scoinvolgere completamento in gameplay classico di Assassin’s Creed. Detto ciò non significa che non ci saranno componenti futuristiche in Assassin’s Creed, com’è già avvenuto nelle fasi di gioco con Desmond in altri capitoli.
McDevitt ha anche voluto spendere due parole a proposito della saga di Connor, affermando che molto difficilmente verrà portata avanti.



Studente di Economia Aziendale presso l'università di Torino. Oltre agli studi, sono impegnato anche col lavoro da maestro di sci a Courmayeur che nella stagione invernale mi prende diverse ore. Il resto del mio tempo lo utilizzo per svolgere vari sport tra cui golf, trekking etc... Oltre a qualche uscita serale che non può mai mancare. La mia citazione preferita: "il cuore umano è come il riflesso sulla superficie dell'acqua... spesso la bocca dice il contrario di ciò che pensa il cuore" Il mio motto è : "The only limit, is the one, you set yourself"