Battlefield 1 – Svelati nuovi dettagli sulla campagna giocatore singolo

battlefield 1
Di Matteo "bovo88" Bovolenta
28 settembre 2016

Dopo aver pubblicato il trailer qualche ora fa, DICE svela nuovi dettagli sulla campagna giocatore singolo di Battlefield 1.

All’interno del gioco sarà possibile affrontare quelle che chiamiamo Storie di guerra: una serie di esperienze personali, incentrate su diversi protagonisti, ognuno con il proprio background e le proprie capacità. Mentre i personaggi combattono, gli eventi raccontati in Battlefield 1 assumono un carattere personale. Si concentrano sulla gente, più che sulla storia o sulle battaglie.

battlefield1-personaggiL’idea di un solo protagonista che si spostasse nei vari luoghi non ci è sembrata coinvolgente, né in grado di rispettare appieno l’ambientazione. Così abbiamo deciso di optare per un’antologia, una serie di personaggi, ognuno con la propria storia. 

Un esempio è la Storia di guerra Sangue e fango. Si svolge nelle fasi finali del conflitto ed è incentrata sull’equipaggio di un carro armato Mark V britannico. Il protagonista è un giovane soldato, assegnato come pilota all’unità. Il ragazzo non ha però alcuna esperienza con il moderno mezzo da combattimento: dovrà imparare sul campo e dovrà farlo in fretta! Inoltre, deve fare in modo che i suoi nuovi compagni inizino a fidarsi di lui. C’è una dinamica sociale nella storia, cosa che la rende molto personale. Danny Edwards, il pilota, non è un cecchino infallibile. Non è un pilota esperto. Non sa come distruggere tutto con degli esplosivi. È solo un tizio che faceva l’autista e si è arruolato volontario. Sa guidare e sa riparare le cose. Questo è il punto di partenza.

Abbiamo deciso di impiegare un’azione di gioco sempre aperta, che fornisca molta libertà e che renda Battlefield un gioco sempre più spettacolare.

Per esempio, nel già citato Sangue e fango, c’è una sezione che si chiama Nebbia di guerra. Qui, all’improvviso, ci si ritrova in una foresta avvolta nella nebbia. A causa della scarsa visibilità, è necessario precedere il carro a piedi, eliminando i nemici presenti. Se vuoi, puoi usare gli esplosivi per distruggere le armi anticarro del nemico, oppure puoi decidere di avvicinarti silenziosamente, colpendo con degli attacchi corpo a corpo.

Alla fine ti imbatterai in una base nemica, relativamente grande, che ospita alcuni cannoni da campo. Potrai distruggerli, per proteggere il tuo carro, oppure usarli contro il nemico. Avrai anche la possibilità di eliminare l’equipaggio di un carro nemico, impadronendoti così del mezzo. Tutto questo è stato pensato per consentire ai giocatori di affrontare la missione come preferiscono, esattamente come nel multigiocatore.

battlefield1-desertoGrazie al giocatore singolo di Battlefield 1 sarà anche possibile conoscere delle figure storiche. Probabilmente un nome che tutti conoscono è quello di Lawrence d’Arabia, figura controversa e romantica. Insieme al Barone Rosso, Lawrence è uno dei personaggi più famosi della Prima Guerra Mondiale. Spero che i giocatori siano affascinati dall’idea di poter trascorrere del tempo con lui.

Costretto ad affrontare un nemico tecnicamente superiore, Lawrence si trova in una situazione davvero complicata, in Battlefield 1. L’Impero ottomano può contare su un treno corazzato, il Canavar (significa “belva”, in Turco), armato con un potente pezzo d’artiglieria, con una gittata di diversi chilometri. La devastante artiglieria dell’impero attacca le forze ribelli, composte da cavalieri armati di fucili.

In Battlefield 1, è possibile impersonare una ribelle araba, che svolge il ruolo di braccio destro di Lawrence. Questo personaggio deve usare uno stile di gioco estremamente adattabile per esaminare gli accampamenti nemici, trovare gli equipaggiamenti necessari e attirare il treno corazzato nel luogo dello scontro finale. Si può combattere a viso aperto, di nascosto, da lontano, da vicino, a cavallo o a bordo di un altro veicolo.

Fonte: Sito Ufficiale Battlefield



Appassionato di videogiochi e console di ogni tipo, tecnologia ed informatica. Amante dei manga ed anime giapponesi, e della cultura nipponica in generale. Ha iniziato a videogiocare molto giovane prima con SNES e Game Boy, per poi passare a PlayStation. Da allora ogni genere di gioco lo ha sempre affascinato. Gli piace informarsi e tenere informati su questo fantastico mondo virtuale.