Battlefield 4 – Anteprima

Di Andy
28 marzo 2013

Alla GDC di San Francisco, DICE e EA hanno mostrato i primi inediti minuti di gioco di Battlefield 4 attraverso una demo. Da quanto abbiamo visto il titolo presenta novità in campo tecnico e narrativo, ma andiamo con ordine.

Prepare 4 Battle 

La demo inizia con una squadra di soldati che si trovano sott’acqua, in auto che sta sprofondando, e devono decidere quale sarà la loro sorte; la scelta più ovvia sembrerebbe essere quella di sparare al vetro e risalire, ma ciò significherebbe lasciare indietro il caposquadra ferito. Dopo questa piccola introduzione narrativa, veniamo riportati indietro, in una sequenza ambientata 14 minuti prima. Adesso ci troviamo soli, con un fucile scarico, all’interno di un edificio. Cerchiamo di muoverci silenziosamente e ad un tratto, ci ritroviamo con una pistola puntata in pieno viso. Fortunatamente per noi, l’uomo armato si rivela essere un nostro compagno, che ci riconosce appena in tempo. Nei minuti successivi facciamo la conoscenza del resto della nostra squadra, è notiamo sia la caratterizzazione dei personaggi, sia il legame che c’è fra i membri del team.

 

Dopo questi attimi calmi e a volte pieni di suspense, veniamo letteralmente catapultati in azioni piene di adrenalina. Un aspetto fondamentale del nuovo Battlefield è l’intensità della storia che procede a ritmi alternati, il tutto accompagnato dal nuovo motore grafico, ma di questo ne parleremo qualche riga più sotto. Squadra al completo, ci mettiamo in marcia verso il punto d’estrazione. Durante questo spostamento, notiamo un cambio d’ambientazione: dagli spazi chiusi degli ambienti urbani, all’immensità dei cantieri in cui la squadra si sta dirigendo. A primi impatto, questa sequenza appare sensazionale: polvere, immensi edifici e animazioni di grande qualità, fanno sì che tutti restino a bocca aperta. Ad un certo punto, quando si avvicinano dei nemici armati di una torretta di grosso calibro, notiamo che il nostro personaggio può richiedere fuoco di copertura, mentre si apre dei varchi con il lanciagranate e fucile a pompa per aggirare il nemico e prenderlo di sorpresa. Pochi minuti più tardi ci ritroviamo a dover scappare da un elicottero mentre volano proiettili, missili e quant’altro. La nostra squadra riesce ad arrivare in cima all’edificio, dove ci attende un elicottero per estrarci. Tutto va a rotoli, l’elicottero alleato viene colpito e tutto l’edificio crolla, mentre noi ci troviamo ancora in cima. Miracolosamente riusciamo a salvarci, ma il nostro caposquadra ha una gamba bloccata nei detriti e siamo costretti ad amputargliela.

 

Con un po’ di senso di colpa lo carichiamo in macchina e ci mettiamo alla guida verso un nuovo punto d’estrazione. Dal nulla compare nuovamente l’elicottero nemico, che ci sferra dei colpi tramite la sua poderosa artiglieria. Il nostro personaggio riesce a colpire l’elicottero con un colpo di lanciagranate, però la macchina sbanda e la squadra si ritrova sott’acqua. Dopo essere tornati alla situazione con cui si è aperta la demo, vediamo che il nostro personaggio ha deciso di sparare al vetro dell’auto per risalire in superficie, abbandonando così il caposquadra. Negli attimi successivi sentiamo una voce fuori campo che parladella Cina e di Shangai, dopodiché notiamo alcuni frame di gioco che mostrano proprio quest’ultima città.

Signore e signori: ecco a voi il Frosbite 3

Battlefield 4 è assistito da un motore grafico inedito, ovvero la terza versione del Frostbite Engine, che riesce a regalare splendide ambientazioni e spettacolari distruzioni. Purtroppo non possiamo pronunciarci definitivamente sul livello di distruttibilità degli ambienti circostanti, poiché dobbiamo necessariamente provare il titolo con mano, anche se per quanto abbiamo visto, il Frosbite 3 riesce a rendere giustizia a ciò che non abbiamo potuto vedere con il suo predecessore: le coperture dovrebbero essere ridotte a frantumi dai colpi d’arma da fuoco e anche agli edifici dovrebbe toccare la stessa sorte. Anche se a stupire gli occhi del pubblico è stata la spettacolarità degli ambienti: luci, ombre e dettagli hanno una credibilità ai limiti del fotorealismo. All’interno di un solo livello abbiamo visto una grande diversità di ambientazioni: edifici, bosco, cantieri, zone urbane fino alle spiagge; ognuna di queste ambientazioni è stata curata maniacalmente. La versione a cui abbiamo assistito era una versione su PC, anche perché sono ancora sconosciute tutte le piattaforme su cui girerà Battlefield 4, ma probabilmente anche la versione su next-gen sarà dotata di cotanta magnificenza.

In conclusione…

In questa demo siamo stati profondamente colpiti, oltre dalla spettacolarità delle ambientazione e dei dettagli maniacali con cui è stato concepito il gioco, anche dalla profonda narrativa che circonda il gioco. DICE è stata in grado di creare un gioco che si differenziarsi dal capitolo precedente. L’importanza che gli sviluppatori hanno dato al comparto singolo giocatore è molto elevata, al contrario del passato, e questo è davvero un grande piacere. Tutti aspettano con ansia maggiori informazioni sul gioco, e una dimostrazione del multigiocatore, che probabilmente avrà qualche sorpresa in più rispetto al passato.

Indice



Adoro particolarmente il mondo dei videogiochi, quello del cinema e le loro infinite sfaccettature. Sono un tipo a cui piace curiosare e dedico parte del mio tempo libero a leggere fumetti e libri, o con il pad alla mano! "Se vinci non dire niente, se perdi di' ancora meno"