Black Ops 3 Zombies – Il legame tra Der Eisendrache e Moon

uagna der eisendrache
Di Andrea "Geo" Peroni
3 febbraio 2016

Der Eisendrache rappresenta il naturale proseguimento delle vicende di The Giant. Richtofen, dopo aver “visitato” Morg City in Shadows of Evil, si ricongiunge a Takeo, Nikolai e Dempsey, recupera un oggetto dal suo io appena ucciso e poi si dirigono a Der Eisendrache, a bordo di un robot gigante che probabilmente è lo stesso che vedevamo al di fuori della mappa di The Giant appunto. Una volta arrivati nel castello austriaco, che scopriamo essere una base molto importante del Gruppo 935, subito una cosa ci appare molto chiara: il progetto “Der Eisendrache” è legato a ciò che Richtofen ha fatto costuire sulla Luna.

L’indizio più evidente riguarda naturalmente la cutscene iniziale. I soldati del Gruppo 935 stanno trasportando una capsula contentente un Dempsey (il Dempsey di quella realtà?), e riescono a posizionarla all’interno di un razzo che parte per la Luna. Il fatto è anche testimoniato dalle comunicazioni del Dottor Groph, una vecchia conoscenza per i veri appassionati della storia zombie, e che comunica con la base nel castello austriaco. Groph è infatti al momento sulla Luna, nella stazione Grifone, che a quanto pare (era ancora un aspetto oscuro della storia zombie) è stata fatta costruire in gran segreto proprio dal Gruppo 935 dopo il ritrovamento di una misteriosa piramide sul suolo lunare.

Groph comunica con Richtofen nella base del gruppo sulla Terra, pensando di non ricevere alcuna risposta. Al contrario, il giovane Richtofen smentisce le voci della sua morte a The Giant (la morte naturalmente è stata del vecchio Edward, quello che Groph stava effettivamente cercando) e dice a Groph di non preoccuparsi. Con il passare dei round noterete che il dottore sulla Luna sta osservando le vicende di Der Eisendrache, e non si capacita del perchè Richtofen stia cercando di sventare i progetti del gruppo. L’ultima comunicazione proveniente dalla Stazione Grifone sarà di un adirato Groph, che promette di fermare Richtofen dopo averlo visto lavorare con i loro peggiori nemici.

Il progetto Der Eisendrache sembra dunque avere un fondamentale legame con ciò che è avvenuto sulla Luna. Gli avvenimenti della mappa Moon ancora non sono stati messi in moto (anche perchè il Richtofen di quella realtà è morto dunque le cose sono cambiate), ma la Stazione Grifone è operativa e qualcuno o qualcosa la sta raggiungendo. E il Gruppo 935 stava sicuramente studiando qualcosa di simile sulla Terra: la piramide nei sotterranei del castello, sorvegliata dai Guardiani di Shadows of Evil; la presenza di uno scomparto per la Verga d’Oro, che in Moon serviva a Richtofen per completare il suo piano; le registrazioni nascoste di Groph, che alludono ai progetti segreti sulla Luna. La mappa è quindi chiaramente un preludio di tutto quello che accadrà nei prossimi DLC, e ora giunge la domanda: Black Ops 3 ci permetterà veramente e finalmente di tornare sulla Luna?

uagna der eisendrache



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.