Ci pensa Uagna – Come cambia la tua vita con una PlayStation 4K

cambia vita con una ps4k copertina
Di Andrea "Geo" Peroni
11 aprile 2016

Sono settimane ormai che il web ci bombarda di informazioni, rumor, indiscrezioni, voci provenienti dalle più disparate parti del mondo, e tutto va verso la stessa direzione: Sony sta segretamente pianificando di conquistare il mondo. Anzi no, scusate, si tratta semplicemente di una presunta PlayStation 4.5, o PlayStation 4K che dir si voglia, che potrebbe verosimilmente essere presentata al prossimo E3 di Los Angeles nella consueta conferenza Sony e che potrebbe essere lanciata sul mercato entro fine anno. Tutto, come dicevamo, è nella più fitta nebbia dei rumor (così come Nintendo NX, della quale possiamo sapere tutto come nulla, dato l’atteggiamento di Nintendo) non confermati, e questo a cosa porta? Alla confusione, al caos, alla più totale disinformazione verso molti utenti, che dentro di loro si sentono letteralmente traditi da Sony, rea di averli sedotti e abbandonati con l’attuale PS4. Ma siamo (e siete) sicuri che Sony voglia fregarci tutti? La nostra vita cambierà con la presunta PlayStation 4K?

MAMMA, BUTTA LA PS4

Mettiamo un attimo da parte i rumor. Mettiamo da parte tutto il velo di incertezza intorno a PlayStation 4K, e ipotizziamo per un momento che la console sia definitivamente reale, cosa probabilmente non errata date le innumerevoli informazioni trapelate e il misterioso silenzio di Sony che ancora non ha smentito nulla a differenza di Microsoft. PS4K esiste, e da qui parte la nostra analisi. La console vanterà un hardware più potente di quello dell’attuale PlayStation 4, con una GPU doppiamente performante, una CPU più potente, un costo fissato a 399 $ (o 499 $), una tecnologia capace di riprodurre i giochi in definizione 4K e una poderosa line-up iniziale. La maggior parte degli utenti, dicevamo, si è sentita letteralmente tradita da Sony, questo sin dalla prima notizia riguardante la PlayStation 4.5. Ma è davvero necessario sentirsi così? È giusto rimanere basiti e sentirsi abbandonati dal colosso giapponese? La risposta già ve la anticipiamo: no. Nessun allarmismo, nessuna preoccupazione. PlayStation 4 avrà ancora vita lunga – forse meno lunga di PS3, ma questo è un altro discorso – e i fan non possono assolutamente porsi queste domande. Perché se i loro dubbi si rivelassero reali si tratterebbe di un suicidio finanziario e d’immagine da parte di Sony.

New Nintendo 3DS e New Nintendo 3DS XL

Un’operazione simile a quella che sta effettuando Sony è già stata attuata alcuni anni fa da Nintendo. La casa di Mario, infatti, pensò ad un aggiornamento di Nintendo 3DS, una console con già diversi anni sulle spalle, con esclusive di gran peso (tutto quello che non ha PS Vita, tanto per intenderci) e una base installata di console davvero incredibile. Vi basti pensare che ancora oggi, in Giappone, Nintendo 3DS è spesso tra i primi 3 posti delle vendite settimanali, spesso anche sopra a PlayStation 4, e questo testimonia l’amore immenso dei nipponici per questo gioiello videoludico. Dopo alcuni anni però gli sviluppatori al lavoro sulla console chiedevano più potenza, ed ecco quindi che la grande N produce New Nintendo 3DS, una console con le medesime funzionalità ma una potenza di calcolo maggiore e alcune rivisitazioni a livello di configurazione, come il secondo stick analogico che nel modello iniziale di 3DS venne aggiunto con lo scomodissimo Circle Pad aggiuntivo. Il risultato di tale operazione si è tramutato in una console come dicevamo più potente, ma che non ha certamente avuto lo stesso impatto dell’originale 3DS, anche perché le vere e proprie esclusive della versione New si riducono alle Virtual Console di SNES, al porting di The Binding of Isaac: Rebirth e a Xenoblade Chronicles 3D, porting del gioco originariamente uscito su Wii. Fine. Stop. Non c’è altro da aggiungere a New Nintendo 3DS: la console è nata come un semplice aggiornamento di 3DS, che ha potuto probabilmente allungare leggermente il ciclo vitale di quest’ultima e che ha sicuramente permesso a Nintendo di mettere in tasca qualche soldo in più. La sensazione è che Sony, con PlayStation 4K, farà la stessa identica cosa.

TESORO, MI SI SONO RISTRETTI I GIOCHI

god of war 4 ps4 logoQuando uscì la notizia della possibile line-up di PlayStation 4K, le coronarie di molti utenti finirono quasi col provocare vittime tra i videogiocatori. Ma immaginate anche solo un secondo cosa succederebbe se Sony attuasse veramente le vostre paure peggiori. Prendiamo uno dei potenziali titoli, il più volte rumoreggiato negli ultimi giorni God of War 4, che dovrebbe portare Kratos nel nord Europa a combattere contro gli dei nordici. Ora, davvero credete che Sony potrebbe fare un errore di proporzioni bibliche come quello di rilasciare God of War 4 solo per PlayStation 4K, quando la base installata di PS4 normale raggiunge cifre che all’epoca PS3 (dopo lo stesso periodo di vendita) si sognava? Certamente una fetta gigantesca del pubblico che già possiede PS4 non riporterebbe in negozio per cambiare la sua console con una PS4K, dovendo sborsare nuovamente denaro e puntando su un sistema che sì, avrebbe una sua esclusiva, ma che nel tempo potrebbe non averne mai più. E quale sarebbe il vantaggio che ne trarrebbe Sony? Nessuno, assolutamente nessuno, anzi ci perderebbe completamente la faccia con un’operazione del genere. E Sony ha già abbastanza grattacapi (come il crescente malcontento per PlayStation Plus) per fare un madornale errore. L’intento di Sony è solamente quello di mettere di fronte i nuovi acquirenti ad una scelta: una PS4 standard, o una PS4 più potente ma con le medesime caratteristiche e gli stessi identici giochi. Un po’ come accaduto, per tornare al discorso precedente, con Nintendo 3DS e la versione New.

Avete paura che l’avvento di PS4K ridurrà il vostro parco titoli? Sbagliato. Avete paura che Sony abbandonerà PS4? Sbagliato. Avete paura che alcuni dei giochi che tanto aspettate, vengano dirottati sulla nuova console? Non accadrà ragazzi, Sony non ha alcuna intenzione di danneggiare sé stessa né tanto meno voi videogiocatori. Naturalmente abbiamo dato per scontato molte cose in questa breve analisi, partendo appunto dal concetto che PS4K è reale, cosa che (almeno per il momento) non è. Ma conosciamo il colosso giapponese, e il rilascio di una console per soppiantare dopo appena 3 anni PlayStation 4 sarebbe veramente da suicidio, considerando le ancora ottime vendite della console e il fatto che la tecnologia 4K, che verosimilmente dovrebbe essere implementata nel nuovo hardware, non è ancora alla portata di tutti. Staremo a vedere cosa ci riserveranno il futuro e Sony, ma su una cosa potete stare certi: PS4 non è morta, e potrete continuare tranquillamente a giocare e ad aspettare nuovi titoli per la vostra console. Con buona pace dei pessimisti cronici. E se ci saremo sbagliati, saremo anche pronti a fare le nostre terrificanti valutazioni sull’operato di Sony.



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.