Ci saranno visori VR per Mac, ma non Oculus Rift

oculus rift foto
Di Diego "Lanzia" Savoia
11 marzo 2016

Come vi avevamo riportato qualche giorno fa, il fondatore di Oculus Rift, Palmer Luckey, aveva rilasciato alcune dichiarazioni riguardanti la compatibilità del proprio dispositivo di realtà virtuale con i computer Mac di Apple. Il visore VR in questione, infatti, non sarà disponibile per OS X: ciò non significa però che Mac non vedrà mai dispositivi del genere, ma semplicemente che le sue specifiche hardware non corrispondono alle pretese di Oculus Rift.

È importante specificare che, nonostante Luckey abbia detto che nessun Mac al momento è in grado di supportare i titoli in uscita per Oculus Rift, non significa che i computer di Apple non possano essere compatibili con un differente visore di realtà virtuale, proprio come lo sono gli smartphones grazie, per esempio, a Gear VR.

La realtà virtuale è una tecnologia che sta cercando di abbracciare ogni hardware esistente sul mercato, a partire dai dispositivi mobili e arrivando alle console: la difficoltà risiede nello sviluppo dei titoli, che devono adattarsi ad ogni singola piattaforma, con tutte le limitazioni del caso. Ed è qui che risiede il problema di Oculus Rift, che necessita di determinate specifiche hardware al momento non raggiunte dai Mac, che non danno priorità alle GPU di fascia alta.

dk-controller-oculus

Non è quindi detto che il fondatore di Oculus Rift sostenga che Apple produca pessimi computers, ma si sta sicuramente esprimendo relativamente al proprio prodotto, riferendosi al mancante punto di incontro tra i due hardware. Il vantaggio è che le specifiche del visore rimarranno identiche per anni, e questo porterà ad un’ottimizzazione dei titoli (grazie allo sviluppo delle nuove tecnologie), oltre che ad un abbassamento di prezzo.

Apple avrà quindi tempo per creare una base solida per far sì che Oculus Rift diventi pienamente compatibile con i propri computers. Inoltre, la voce che la casa di Cupertino sia al lavoro su un proprio visore di realtà virtuale circola in rete da qualche settimana, e non è affatto un’ipotesi da scartare, vista l’incompatibilità di Oculus Rift.



Appassionato di tutto ciò che riguarda la tecnologia, il suo interesse spazia in particolare nel mondo dei videogiochi e dell'informatica. Ama ogni genere videoludico, ma predilige i giochi d'azione e le avventure grafiche.