DESTINY – Anteprima

destiny logo
Di Francesco "Frank" Scaramucci
23 ottobre 2013

Uno dei titoli che presumibilmente si accaparrerà gran parte degli amanti degli FPS la prossima primavera è Destiny. Gioco del tutto nuovo sviluppato dalla filiale di Activision, Bungie, i creatori della famigerata serie esclusiva su Xbox, Halo, immergerà il giocatore in un misterioso, lontano futuro. Il player impersonerà un Guardiano, ossia uno degli abitanti della Torre, punto focale della Città, l’ultimo avamposto della Terra. Secondo uno stampo pienamente classico, l’ambientazione è immediatamente successiva a quell’ormai arcinota Età dell’Oro, già professata dagli antichi greci e latini che, in questo caso, aveva dato vita a sviluppi tecnologici senza precedenti e imponenti colonizzazioni spaziali alle quali sono succedute, però, immani catastrofi. Il Sistema Solare, infatti, si è popolato di nemici sempre più numerosi e potenti, che minacciano quotidianamente di spazzare via ciò che rimane della stirpe umana, concentrata sulla Terra nella “Città. Al di fuori delle sue mura, le zone selvagge sono rivendicate dalla natura e dai nemici. Tra i mondi esplorabili possiamo annoverare anche la Luna, Marte e Venere di cui, però, ancora non si sa nulla. Successivamente allo sviluppo tecnologico e all’espansione colonialistica, gli abitanti della Città rimasero al suo interno, al sicuro da attacchi esterni grazie alla protezione del Viaggiatore, un’enorme sfera al di sopra del centro urbano, trascurando però, ciò che avveniva all’esterno. L’unica speranza per il futuro è svelare i più grandi misteri del passato.

DESTINY - Anteprima

I PERSONAGGI

Come già detto, i custodi dell’umana genia sono i Guardiani che si dividono in tre categorie: i Cacciatori, i Titani e gli Stregoni.

  • I Cacciatori erano i dominatori delle terre desolate e selvagge; vivendo con questo stile di vita hanno sempre interpretato a loro modo le leggi: questo però non li rende completamente dei fuorilegge, non più almeno. Le loro conoscenze delle terre al di fuori della Città e le loro capacità si renderanno fondamentali.
  • I Titani sono gli eredi di coloro che costruirono le Mura e le difesero a costo della vita. Svolgeranno lo stesso ruolo per seminare distruzione tra le file dei nemici che tenteranno di assaltare la Città.
  • Gli Stregoni, invece, hanno studiato a lungo il Viaggiatore, imparando a padroneggiarne alcune delle sue energie. Tuttavia, questa enorme sfera protettrice rimane per molti versi ancora un’incognita, anche se si è abbastanza certi che nasconda i segreti dell’Età dell’Oro. Starà proprio allo Stregone capire come svelarli.

Anche i nemici, o Caduti, si possono dividere in più specie:

  • nel nostro cammino incontreremo i Reietti, esseri ingegnosi alimentati da rabbia e disperazione. I più di loro sono dotati di una pistola e una specie di lama elettrica e sono gli unici Caduti ad avere una fisionomia antropomorfa, ossia con soltanto due braccia e due gambe.
  • A un grado superiore ai Reietti troviamo i Vandali, dotati di armi più potenti ma con tempi di ricarica più lunghi.
  • I Caduti si spostano in piccoli gruppi guidati da un Capitano, che viene ritenuto  l’esemplare più forte.
  • Un’altra forma che i nemici possono assumere è quella dei Cabal, esseri di cui ancora non si sa praticamente nulla.
IL MULTIPLAYER

Alla modalità singleplayer verrà accostata anche un comparto multiplayer che, da quanto riportato da uno sviluppatore Bungie, sarà in stretto rapporto con l’offline: gli oggetti sbloccati avanzando nella campagna in solitario potranno essere sfruttati anche nella modalità online e viceversa. Al momento questa feature è ancora in fase di testing, perciò attendiamo ulteriori delucidazioni sulla modalità di questa interazione.

DESTINY - Anteprima "2"

CONCLUSIONE

Il titolo è atteso per la primavera 2014 su tutte le console domestiche di corrente e futura generazione, ossia Xbox360 e XboxOne insieme a PS3 e PS4, ma gli sviluppatori hanno fatto sapere che con il preordine, si avrà diritto all’accesso alla beta esclusiva del gioco, su cui Bungie sta lavorando arduamente. Lo stesso Eric Osborne, community manager di Bungie, ha affermato: “La beta di Destiny viene considerata per molti versi come l’uscita di un gioco completo. Stavolta non potremo solamente proporre tre mappe multiplayer competitive, perché in tal modo non si raccoglierebbero che dati derivanti da una parte sola dell’esperienza, che peraltro si pone come quella meno pesante da gestire e già chiara agli sviluppatori. Per Destiny serve qualcosa di più. La nostra ambizione è di costruire ampi e ricchi scenari che i giocatori possano visitare più volte, riempiendoli di storie e momenti che possano condividere con gli amici, nonché di un’azione spettacolare che porti alla scoperta di tesori e sfide. Vogliamo mettere tutti questi ingredienti nella beta di Destiny. Si tratta di un’impresa enorme, ma che crediamo sarà in grado di ripagare tanto noi quanto i giocatori”.

Indice



Gioco a basket, guido moto, scrivo sui videogame ma sopratutto realizzo video su YouTube sin dal lontano 2007. Nel tempo che mi rimane coltivo l'interesse per il videomaking e per la fotografia.