E3 2015 – Nuovi informazioni su Horizon: Zero Dawn

Horizon Zero Dawn
Di Matteo "bovo88" Bovolenta
19 giugno 2015

Horizon: Zero Dawn è stata sicuramente l’esclusiva vista all’E3 2015 che ci ha colpito di più, sia per gli scenari, sia per il sistema di combattimento.

horizonfoto3Guerrilla Games, durante alcune interviste alla fiera Losangelina, ha svelato nuove informazioni su questa interessante IP per PlayStation 4, in sviluppo da addirittura quattro anni. Il team infatti dopo aver terminato Killzone: Shadow Fall ha impiegato tutte le proprie risorse su questo nuovo ed ambizioso progetto.

Il gioco è un action-RPG all’interno di un open world completamente esplorabile ed ambientato nel futuro, precisamente mille anni dopo l’apocalisse che ha fatto cadere la civiltà moderna. La protagonista si chiama Eloy, una cacciatrice di macchine ed il suo scopo è sconfiggere appunto queste macchine, che assomigliano per certi versi a dei dinosauri.

Horizon avrà un sistema di loot molto variegato e profondo, che permetterà di raccogliere oggetti, erbe e componenti robotici presenti nel mondo, che potranno essere riutilizzati per costruire armi ed accessori. Alcuni di questi dovranno essere conservati per gli scontri più ostici, come ad esempio i proiettili esplosivi, molto più rari da trovare.

Quando ci si troverà davanti ad un gigantesco mostro robotico si potranno adottare diversi approcci per abbatterlo, da quello più diretto a quello stealth. Per sconfiggere uno di questi colossi bisognerà letteralmente “smontarlo” delle proprie parti cibernetiche, e all’occasione usarle contro di lui, come ad esempio un cannone a raggi laser. Si potrà scegliere inoltre, quale parte distruggere per prima, in modo da avvantaggiarsi durante lo scontro, il tutto in maniera molto dinamica. Ogni arma avrà tre tipi di attacchi e da quanto si è potuto vedere, uno di questi è uno speciale tipo di dardo, che fissa delle funi al terreno per immobilizzare la bestia.

horizonfoto4

Purtroppo gli sviluppatori non hanno voluto rivelare il motivo per cui la civiltà umana sia caduta, e quindi siano arrivate queste bestie meccaniche nella natura selvaggia, si potrà scoprirlo soltanto giocando la storia di Horizon. Eloy la cacciatrice conosce molto bene il luogo e sa come affrontare ai nemici, prova rispetto per loro e per la vita in generale ma non è ancora chiaro perché, nè come sia riuscita a sopravvivere in questo mondo dove la natura è al di sopra di tutto, persino delle bestie. Da quanto abbiamo potuto vedere però il mondo open-world creato è visivamente sbalorditivo e “vivo”.

Guerrilla Games ha collaborato con ex sviluppatori di Bethesda e di CD Projekt RED per la creazione di questo titolo, perchè essendo alla prima esperienza di un gioco open world, per loro la cosa più difficile è stata passare da un livello di 45 minuti di un FPS come Killzone ad un’esperienza che deve proseguire per decine di ore, con una moltitudine di cose da fare. Da quanto si capito inoltre il gioco sarà solamente single player e girerà a 1080p e 30 fps, sfruttando una versione modificata del motore grafico di Killzone: Shadow Fall.

Sony inizialmente era molto preoccupata che il protagonista fosse un personaggio femminile, domandandosi se la cosa fosse rischiosa o meno, poi dopo un test interno condotto da un marketing team, che ha avuto esito positivo, il progetto è stato approvato.

Sicuramente sentiremo parlare molto in futuro di Horizon: Zero Dawn, infatti quel poco materiale visto fino ad ora promette già molto bene. Il lancio è previsto per il 2016.

Restate sintonizzati su Uagna.it per le ultime news a riguardo.



Appassionato di videogiochi e console di ogni tipo, tecnologia ed informatica. Amante dei manga ed anime giapponesi, e della cultura nipponica in generale. Ha iniziato a videogiocare molto giovane prima con SNES e Game Boy, per poi passare a PlayStation. Da allora ogni genere di gioco lo ha sempre affascinato. Gli piace informarsi e tenere informati su questo fantastico mondo virtuale.