[E3 2016] Recap conferenza EA

Di Marco "Bounty" Di Prospero
13 giugno 2016

La conferenza di Electronic Arts si è aperta con la presentazione di Titanfall 2, di cui è stato mostrato un trailer relativo al singleplayer del gioco che, però, era già spuntato in rete qualche ora prima. Il gioco inoltre arriverà ufficialmente anche su PS4 e avrà anche una componente multiplayer, che potrà essere provata grazie all’arrivo della beta: le iscrizioni sono aperte, basta registrarsi a questo link.

In seguito è stato mostrato un breve trailer relativo a Madden NFL 17, ed è stato annunciato un nuovo torneo Esports, che permetterà a tantissimi giocatori di scontrarsi per arrivare a vincere una cifra pari ad un milione di dollari.

E’ stato poi il momento di Mass Effect Andromeda, di cui è stato mostrato un trailer realizzato con il motore grafico Frostbite che ha messo in evidenza alcune delle ambientazioni su cui ci ritroveremo a muoverci. E’ stato inoltre dichiarato che questo spin-off sarà un’avventura ancora più grande e libera rispetto a quanto visto nella serie principale. Insomma un gioco che dovrebbe essere praticamente infinito, con tanti scenari da poter esplorare.

trailer mass effect andromeda

La conferenza è poi proseguita con un breve sipario su EA Play, che permetterà ai giocatori di provare gratuitamente giochi e DLC per un periodo limitato di tempo, per poi decidere se acquistarli o meno, come accade su EA Access, piattaforma esclusiva di Xbox One.

E’ stato poi il momento di FIFA 17, di cui è stata presentata innanzitutto la modalità storia, chiamata “The Journey” che ci metterà nei panni di Alex Hunter, giocatore della Premier League. Seguiremo il giocatore fin dall’inizio della sua carriera e ci saranno anche diverse scene d’intermezzo che ci spiegheranno la storia fin nei minimi dettagli. Ma non finisce qui; in FIFA 17 infatti vedremo anche allenatori reali, tra cui Mourinho e Guardiola. E’ stato inoltre annunciato che, per quanto riguarda il gameplay, saranno apportati numerosi miglioramenti, soprattutto per quanto riguarda il controllo della palla, l’intelligenza artificiale e nuove tecniche di dribbling.

Dopodiché è stato annunciato EA Originals, un nuovo programma attutato dall’azienda statunitense con lo scopo di promuovere e sostenere piccoli sviluppatori indie. Tra i primi giochi relativi a questo programma è stato annunciato Fe, un gioco in cui ci ritroveremo nei panni di un animaletto che dovrà interagire con l’ambiente per poter “liberare” suoni e canzoni facendo però attenzione ai silenti, che faranno di tutto per corrompere la foresta in cui ci ritroveremo a muoverci.

Per quanto riguarda il mondo di Star Wars, sono stati annunciati due nuovi giochi dedicati alla serie di film che saranno sviluppati rispettivamente da Visceral Games e Respawn Entertainment e di cui sono stati mostrati alcuni artoworks.

La conferenza si è poi conclusa con uno dei titoli più attesi di tutta la conferenza, ovvero Battlefield 1. In particolare, il nuovo gioco sviluppato da DICE vedrà l’introduzione del tempo dinamico che cambierà in modo imprevedibile e che ci constringerà a cambiare le nostre strategie d’attacco. Verranno introdotti inoltre i Behemot, veicoli di guerra di notevoli dimensioni come treni o dirigibili che potranno essere guidati dai giocatori. Tornerà inoltre la distruttibilità delle mappe, ora più accentuata rispetto al passato. La conferenza si è poi conclusa con un nuovo trailer dedicato al titolo, che ha mostrato scontri ravvicinati molto cruenti, armi, veicoli e combattimenti aerei, il tutto con una grafica veramente spettacolare, realizzata grazie al Frostbite, motore su cui EA sta puntando tantissimo.

Grazie alla modalità Operazioni, il modo di giocare in Battlefield 1 sarà completamente nuovo: si potrà infatti partecipare ad una serie di battaglie in cui le nostre azioni avranno conseguenze anche dopo la conclusione del match, dato che proveremo a conquistare nuovi territori o a respingere gli assalitori. Nel corso dell’estate sarà giocabile un’open beta: per avere l’accesso anticipato e ricevere bonus esclusivi è possibile diventare un Battlefield Insider registrandosi a questo link.



Sono uno studente di economia e commercio che ama passare parte del tempo libero davanti ad una console. Considero il videogioco come una forma d'arte, in grado di trasmettere valori e emozioni, che permette di "mettere in pausa" la vita stressante di tutti i giorni. Spero di poter condividere con tutti voi questa mia passione e di farvi conoscere il mondo del gaming.