[E3 2018] Il recap completo della conferenza Sony PlayStation

uagna playstation logo
Di Andrea "Geo" Peroni
12 giugno 2018

Sony aveva messo le mani avanti, per il suo E3 2018. Lo showcase non sarebbe stato una conferenza “tradizionale”, ma una sorta di ibrido tra quelle degli scorsi E3 e la pesantissima chiacchierata della PlayStation Experience dello scorso dicembre, quasi insopportabile per il pubblico da casa che alle 3 del mattino fu costretto a sorbirsi interviste esageratamente fuori luogo. Erano inoltre già stati annunciati i quattro grandi protagonisti, ossia Spider-Man, The Last of Us: Part II, Death Stranding e Ghost of Tsushima, con il focus incentrato su di loro, ma parliamo di Sony. Sony che ha sempre trovato il modo, all’E3, di realizzare uno show sopra le righe, e di catalizzare su di sé l’attenzione per le tante sorprese. Quest’anno, come vedremo in questo recap, anche le sorprese hanno fatto fatica ad emergere.

Sony ha deciso di realizzare una conferenza diciamo mutevole per i suoi ospiti, che in apertura abbraccia una scenografia ispirata alla sequenza di gioco che si sarebbe vista di lì a poco di The Last of Us: Part II che viene poi modificata successivamente, mentre i presentatori del pomeridiano Preshow di Sony dei giorni scorsi chiacchierano con Shawn Layden e compagnia di alcuni giochi. La sequenza di gameplay di The Last of Us 2 ci mostra una matura Ellie, che dopo aver manifestato i propri interessi amorosi è impegnata a fuggire da una situazione spinosa, finendo con l’uccidere chiunque le si pari davanti. Splendido, niente da dire, così come l’apertura musicale di uno dei brani della colossa sonora del gioco, ma al termine del filmato non abbiamo nessuna indicazione temporale sull’uscita del gioco.

[E3 2018] Ecco il primo gameplay di The Last of Us Part II

Ci sono, incredibilmente, novità per Call of Duty: Black Ops III. Il gioco è gratuito da ora per tutti i possessori di PlayStation Plus, e inoltre vede l’arrivo di alcune vecchie mappe dei precedenti giochi Treyarch se decidete di preordinare Black Ops 4. Vengono di nuovo mostrati tutti i giochi annuciati in settimana al preshow con una carrellata di trailer, e torna a farsi vedere Destiny 2 con uno splendido story trailer dell’espansione I Rinnegati. Parentesi che allungano il brodo e che serve agli organizzatori per sistemare la scenografia, e a quel punto si torna davanti al megaschermo: lo showcase può avere inizio ufficialmente.

Tocca per primo a Ghost of Tsushima, il nuovo gioco action di Sucker Punch ambientato nel Giappone feudale, durante l’invasione mongola del XIII secolo. Graficamente superlativo, il gioco si è presentato con il suo primo video gameplay, tra le sezioni di spostamento a cavallo e il brutale combattimento che ne segue una volta arrivati al tempio della missione. Hypometro ad alti livelli per questa interessante esclusiva, ma anche in questo caso nessuna indicazione temporale sull’uscita. A sorpresa è poi Remedy Entertainment a fare la sua apparizione sul palco, con l’annuncio dell’action-adventure Control. A giudicare dalle prime sequenze, mostrate, Control ha parecchia familiarità con Quantum Break, altra produzione Remedy, e vogliamo saperne di più. Data di uscita? Generico 2019.

[E3 2018] Primo gameplay per Ghost of Tsushima

Giunge poi il momento della sorpresa più grande di questo showcase Sony all’E3 2018. Il trailer si apre mostrandoci una confusa sequenza dalla prospettiva di un topo, che assiste alla violenta lotta tra due esseri umani. La vita non è però generosa, né col topo, che rimane schiacciato da uno scaffale metallico, né per lo sceriffo del posto, dilaniato da uno zombie. Uno sparo irrompe nel buio, e pone fine alla minaccia: Leon Kennedy, il protagonista di Resident Evil 2. La grande sorpresa è proprio il ritorno in gran spolvero dell’immortale classico Capcom, che tornerà con un remake completo il 25 gennaio 2019.

Piccolo lampo di sorpresa anche per Trover saves the universe, un inedito platform ideato dallo stesso creatore di Rick and Morty, Justin Royland, e che arriverà su PS4 e PS VR in esclusiva temporale. Torna incredibilmente poi a farsi vedere anche Kingdom Hearts III, al suo secondo trailer in due giorni di conferenze. Microsoft aveva mostrato il reveal trailer del mondo ispirato al film Disney Frozen, mentre questa volta sono Jack Sparrow, la Perla Nera, Barbossa, Will Turner e tutti gli altri protagonisti dei primi film di Pirati dei Caraibi a rubare la scena e annunciare il ritorno del mondo di Port Royal. La storyline sarà ispirata, come è evidente, ai fatti di Pirati dei Caraibi: Ai confini del mondo, e il trailer ci ha dato modo di vedere un Sora particolarmente agile anche in acqua e che si lancerà in piratesche battaglie navali al fine di sconfiggere, ancora una volta, Luxord.

Arriva uno dei momenti clou dello showcase, forse il più atteso. Il bambino ne è il preludio: è ora di Death Stranding. Un nuovo trailer del gioco di Hideo Kojima ci presenta due nuovi ingressi femminili nel cast che già comprende Mads Mikkelsen, Norman Reedus e Guillermo del Toro, vale a dire Lea Seydoux e Lindsay Wagner, e ci offre anche la possibilità di vedere uno scorcio di gameplay, senza davvero mai farci comprendere ancora appieno cosa davvero è accaduto nel mondo di Death Stranding. Indicazioni sulla data di uscita? Neanche lontanamente. Intendiamoci, amiamo il modo in cui Kojima e Sony stanno cercando di promuovere questo gioco, facendo vedere poco o nulla ma stuzzicando quanto basta il palato, consci del fatto che il rischio capolavoro è molto più quotato di quello flop quando si parla di questi nomi in gioco. Ma lasciateci rosicare almeno per un po’. Siamo al terzo E3 dall’annuncio di Death Stranding, e ancora Kojima non si è neppure sbottonato sul decennio in cui il gioco vedrà la luce. Su quello che abbiamo visto, però, niente da controbattere: engine di gioco mostruoso, colonna sonora maestosa. L’attesa ci divorerà dall’interno.

[E3 2018] Nuovo trailer e primo gameplay per Death Stranding

Prima della chiusura, c’è tempo per una sorpresa: Koei Tecmo annuncia Nioh 2, sequel che sicuramente farà piacere ai fan del gioco e agli amanti dei soulslike. Slot finale per l’esclusiva PS4 più importante di fine anno, Spider-Man di Insomniac Games, che si è mostrato in un nuovo fantastico gameplay che vedeva l’Uomo Ragno contro i Sinistri Sei, impegnati in una evasione di massa dal Raft, carcere di massima sicurezza di New York. Già sapevamo della bontà di questo progetto, e l’aspettativa cresce ogni giorno di più. Appuntamento al 7 settembre 2018.

Quello che Sony aveva promesso, lo ha mantenuto. Primi gameplay per The Last of Us: Part II e Ghost of Tsushima, primo scorcio di gameplay anche per Death Stranding, e nuovo grande focus su Spider-Man. Ma dove sono le date d’uscita? Dove sono finiti i multipiattaforma, domenica terreno di conquista per lo showcase Microsoft? Dove sono altre attese esclusive come Dreams, protagonista di simpatici intermezzi tra un trailer e l’altro, e MediEvil, annunciato semplicemente con il logo ormai 6 mesi or sono e mai più nominato? L’organizzazione e la realizzazione di questo showcase hanno generalmente toppato, pensando forse fin troppo a coloro che erano presenti in sala e che hanno assistito ad un’immersione maggiore, come nel caso della scenografia allestita per The Last of Us 2, senza badare al pubblico a casa, che di una conferenza spezzettata e dal ritmo traballante non sa davvero cosa farsene. Il 2019 di PS4, a questo punto, è un interrogativo niente male. Oltre a Days Gone, non abbiamo indicazioni sui tripla-A targati Sony per il prossimo anno. Non la peggiore delle conferenze di questo E3, ma era lecito attendersi di più.



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.