[Games Week 2015] Need for Speed – Provato

Di Matteo "bovo88" Bovolenta
24 ottobre 2015

Nel corso del Games Week 2015, che si sta svolgendo in questi giorni a Milano, abbiamo avuto modo di provare un titolo molto atteso dai fan della serie e non, Need for Speed.

La versione disponibile in fiera era una pre-alpha, del gioco sviluppato da Ghost Games, con la possibilità di giocare in locale tra tutte le postazioni presenti.

Tale demo, dava modo agli utenti di selezionare una tra cinque macchine: Ford Mustang GT, Subaru BRZ, Porsche 911, NISSAN 180sx Type X e NISSAN Skyline GT-R KPGC10.

Need For Speed 2015

Una cosa che ci è saltata subito all’occhio è la personalizzazione totale della macchina, già dichiarata e mostrata dal team di sviluppo, ma di persona ha reso ancora di più l’idea di quanto a fondo si sono spinti i ragazzi di Ghost Games.

Dopo aver scelto e “tamarrato” la propria auto, è partita una gara (sprint o drift) assieme agli altri giocatori in locale. La guida è molto arcade, consona alla serie, con la possibilità di danneggiare in modo abbastanza marcato le auto, che andando contro ad ostacoli a grande velocità, verranno mostrate con una cut-scene d’impatto.

Il modello di guida è buono, anche se i veicoli ci sono apparsi un po’ troppo pesanti in curva, però si trattavano sicuramente di auto stock con poche modifiche prestazionali, nella demo si poteva solo modificarle esteticamente nel poco tempo a disposizione purtroppo.

Inoltre durante le mini gare vi era la possibilità anche una volante della polizia, che ovviamente si è lanciata al nostro inseguimento.

I presupposti per un ritorno in grande stile di Need for Speed ci sono, e non attendiamo altro che il 5 novembre 2015 (su PS4, Xbox One e PC) per mettere le mani su questo reboot della serie.



Appassionato di videogiochi e console di ogni tipo, tecnologia ed informatica. Amante dei manga ed anime giapponesi, e della cultura nipponica in generale. Ha iniziato a videogiocare molto giovane prima con SNES e Game Boy, per poi passare a PlayStation. Da allora ogni genere di gioco lo ha sempre affascinato. Gli piace informarsi e tenere informati su questo fantastico mondo virtuale.