Ghost Recon Wildlands – Come ottenere le armi esotiche

ghost recon wildlands
Di Marco "Bounty" Di Prospero
20 marzo 2017

Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands è il nuovo sparatutto in terza persona rilasciato da Ubisoft che vi permetterà di affrontare l’intera storia in cooperativa online con altri tre amici. Durante la vostra esperienza di gioco troverete armi con statistiche sempre migliori. Tra le tante però, ce ne sono alcune fuori dal comune, come le armi esotiche che si differenziano dal resto dell’arsenale sia per potenza di fuoco che per estetica. Per ottenere le armi esotiche dovrete uccidere determinati boss che, una volta sconfitti, vi lasceranno la propria arma. Scopriamo quindi quali boss uccidere per ottenere le armi esotiche in Ghost Recon Wildlands.

Her Ak-47 & His Ak-47: si tratta di due fucili di assalto che potrete ottenere nel corso delle prime missioni del gioco. Dopo aver ucciso i due boss “La Yuri” e “El Polito”, troverete le armi nel capannone che si trova nelle vicinanze della zona in cui è avvenuto lo scontro;

M4A1 tattico: per trovare questo fucile dovrete sconfiggere il boss Carl Bookhart, nella regione di Montuyoc;

Ritmo: nella regione di Pucara dovrete uccidere il boss Dj Perico;

El Obsequio: fucile a pompa che potrete ottenere uccidendo El Pupo nella regione di Barvechos;

Silencio!: fucile a pompa ottenibile uccidendo il boss finale, El Sueno;

El Cuentista: altro fucile a pompa che potrete ottenere uccidendo El Wey a Villa Verde;

The BBF: pistola molto maneggevole e precisa che potrete avere una volta ucciso il boss El Emisario;

Lady Killer: pistola dotata di silenziatore ed utilissima per le fasi stealth che potrete aggiungere al vostro arsenale dopo aver ucciso Antonio;

El General: pistola dall’alta maneggevolezza appartenente al Generale Baro nella zona di Flor de Oro;

La Novena: pistola con danno massimo ma con precisione scarsa che otterrete uccidendo El Gato;

Continua nella prossima pagina…

Pagine: 1 2



Sono uno studente di economia e commercio che ama passare parte del tempo libero davanti ad una console. Considero il videogioco come una forma d’arte, in grado di trasmettere valori e emozioni, che permette di “mettere in pausa” la vita stressante di tutti i giorni. Spero di poter condividere con tutti voi questa mia passione e di farvi conoscere il mondo del gaming.