Il gioco del solitario conquista l’online

Di Federico "Blue" Marchetti
18 marzo 2018

Tra i giochi più famosi e celebri di sempre è impossibile non menzionare il “solitario“, espressione riferita quasi esclusivamente a diverse tipologie di giochi di carte, ognuno con le sue regole e le sue varianti.

Come suggerisce il nome, il partecipante è sempre un’unica persona che si auto regolamenta durante tutto lo svolgimento della partita. Lo scopo è quello di completare correttamente l’obiettivo della sfida. Il solitario ha quasi sempre una forte componente di casualità che limita in parte la bravura della persona stessa nelle sue mosse, talvolta obbligate in base alle regole del solitario stesso. Dunque il giocatore può trovarsi di fronte ad un mix di fortuna e di calcoli matematici che consentono di completare con successo la partita. In genere quando questo accade si usa il termine “riuscita”, ovvero vittoria.

Visto da molti come semplice forma d’intrattenimento, anche oggi nell’era di internet e dei computer è tra gli hobby più giocati nelle loro versioni digitali anche su smartphone e tablet. Mentre una volta era necessario avere una superficie piana e un mazzo di carte su cui disporlo, oggi è più che sufficiente il proprio cellulare per iniziare una partita. Dunque si può dire che il Solitario è equiparabile ad un videogioco a tutti gli effetti ed è veramente semplice avviare una partita online.

Tra le varianti di solitario più famose c’è quella del Klondike che viene svolta con l’ausilio di un mazzo di 52 carte francesi e trae origine nel continente americano. Il Klondike stesso ha diverse varianti che incidono specialmente sul numero delle smazzate e sulle carte che vanno al pozzo. La sua versione classica non prevede redistribuzioni e solo una carta alla volta va al pozzo. La partita inizia facendo spazio a sette file di carte. Si mette coperta una carta sulla prima fila, due sulla seconda, tre sulla terza, quattro sulla quarta e cosi via. Poi bisogna girare la prima carta di ogni mazzetto. Il giocatore vince la partita se riesce a spostare tutte le carte in senso ascendente per seme sulle rispettive basi.

Altre varianti famose del solitario sono la Piramide, Freecell, Canfield, Aces Up, Tredici e Quindici. C’è solo l’imbarazzo della scelta per accompagnare un momento noioso della giornata o per “staccare” qualche minuto durante la pausa pranzo.



Press play on tape: cresciuto a suon di C64 e Coin-op, mi diverto a seguire l'evoluzione videoludica next-gen. Co-Founder dell'universo Uagna, ho lavorato a fondo per far nascere una community videoludica di successo ma differente dalle altre esistenti. "Sono sempre pronto ad imparare, non sempre a lasciare che mi insegnino".