Destiny: Era di Trionfo – Guida alle nuove sfide dei raid: La Fine di Crota

Di Luca "Beard" Porro
31 marzo 2017

Questa settimana ha debuttato “Era di Trionfo” il nuovo aggiornamento gratuito di Destiny che reintroduce i vecchi raid in versione aggiornata al livello 390 di luce.

Questi raid ovviamente hanno portato delle nuove sfide che, se completate, permettono di ottenere emblemi esclusivi ed ulteriore equipaggiamento. Con questa rubrica, che uscirà oggi e per le prossime 3 settimane, vi spiegheremo come affrontare queste sfide ed ottenere così l’ambito bottino.

Quest’oggi ci concentreremo sul primo vecchio/nuovo raid disponibile: La Fine di Crota.

SFIDA DELLA CANTAMORTE

Dopo aver superato la zona delle lanterne e il conseguente attraversamento del ponte, la vostra squadra arriverà nella zona finale del raid dove nella sua ultima parte affronterete Crota. Qui prima di affrontare il figlio di Oryx dovrete superare la Cantamorte Ir Yût e la sua sfida. Il procedimento è molto semplice si divide la squadra in due team da 3 persone: una controllerà il lato destro ed una il lato sinistro. La divisione dei compiti nelle squadre sarà così effettuata: un membro sarà addetto ai cavalieri della zona alta, uno sarà l’addetto all’orco ed il terzo dovrà eliminare il resto dei nemici concentrandosi in primis sulla maliarda e l’urlatore all’interno (aiutato magari dall’addetto all’orco) e successivamente sui cavalieri e gli schiavi che arriveranno nella sala della cantamorte. L’importante nella prima fase è che le due squadre ripuliscano tutta l’area dai nemici presenti non lasciandone in vita nessuno.

Una volta ripulita completamente l’area, Ir Yût farà apparire sul vostro schermo la scritta “Liturgia della rovina” assieme ad un countdown di 30 sec; in questo tempo voi dovrete eliminare l’Impugnaspade che apparirà nell’area centrale bassa e prenderne la spada. Prima che scada il tempo colui che avrà la spada dovrà uccidere la cantamorte. La sfida sarà completata se e solo se ucciderete Ir Yût con la spada entro i 30 secondi. Se anche solo un proiettile di qualche altra arma raggiungerà la cantamorte, fallirete la sfida.

SFIDA DI CROTA

Una volta uccisa la cantamorte, dovrete sconfiggere Crota. In questo caso la squadra sarà tutta unita e si radunerà vicino al cristallo al centro della mappa. Una volta attivato il cristallo, comparirà Crota, e dopo aver distrutto tutti i nemici che vi spawneranno davanti, vi dovrete dirigere all’esterno; qui uno dei sei membri del team ucciderà l’Impugnaspade, ne ruberà l’arma, e si dirigerà vicino a Crota. A quel punto gli altri cinque componenti della squadra muniti di Gjallarhorn colpiranno Crota togliendoli lo scudo, e solo allora colui che porta la spada lo potrà colpire. Dopo più o meno tre colpi, gli scudi di Crota torneranno e bisognerà effettuare un altro giro. Al termine del secondo giro la superanima chiamata da Crota si espanderà e tutti dovranno concentrarsi a colpirla per poi rientrare nella zona del cristallo con il Calice per risanarsi. Una volta fatto ciò, dovrete ritornare all’esterno per ripetere lo stesso procedimento di prima cambiando solamente la persona che dovrà impugnare la spada. Effettuato per la seconda volta il procedimento, e distrutta la superanima una seconda volta, la squadra dovrà effettuare un terzo giro come i precedenti sempre con uno spadaccino diverso, il quale questa volta ucciderà Crota. Per la riuscita della sfida dovrete non far portare due volte la spada alla stessa persona, perciò se per caso lo spadaccino dovesse lasciar cadere la spada, quest’ultimo non potrà riprenderla.

Ora che sapete come affrontare le nuove sfide, non vi resta che cimentarvi nella nuova “Fine di Crota” per ottenere le tanto ambite ricompense.



Sono un neolaureato in scienze politiche e delle relazioni internazionali con la passione per i videogiochi fin da piccolo. Ho sempre cercato di coltivare la mia passione cercando di rendere gli altri partecipi delle sensazioni che provavo. Ogni piattaforma su cui ho giocato dal 1998 ad oggi ha contribuito alla mia formazione, e ha lasciato nella mia mente ricordi di emozioni donati da capolavori come Monkey island, Legacy of Kain, Suikoden 2 e Final Fantasy IX.