I 10 giochi più attesi dell’autunno 2016 – Parte I

videogiochi game of videogames classifica
Di Andrea "Geo" Peroni
21 settembre 2016

Inizia il periodo dell’anno più critico e allo stesso tempo magico per tutti gli amanti dei videogiochi: l’autunno. Quel meraviglioso momento dell’anno che regala le più grandi emozioni a chi fa dell’intrattenimento videoludico un intenso momento della propria giornata. E come fare torto a chi non aspetta altro che l’autunno: nel corso degli anni, i mesi che vanno da settembre a dicembre hanno offerto titoli di qualità elevatissima, come Metal Gear Solid V, Kingdom Hearts II, GTA V, Rayman Origins, Dishonored, oltre ai consueti FIFA, Call of Duty, Battlefield. Una tendenza che va avanti da tantissimo tempo, basti pensare che in passato serie come Castlevania, Final Fantasy, Doom e Super Mario Bros. fecero il loro esordio proprio in questo periodo. Ma bando alle ciance, e veniamo subito al nocciolo dello speciale odierno.

I titoli che usciranno durante questo autunno, come saprete, sono davvero tantissimi. Una scelta ardua aspetta i giocatori, che si ritroveranno a dover selezionare i migliori titoli in base ai propri gusti e alle risorse a loro disposizione. Abbiamo così deciso di fornire qualche breve consiglio ai lettori, in una TOP 10 dei titoli che più attendiamo e che più promettono per questo autunno. Non si tratta in alcun modo di una classifica, ma semplicemente di una raccolta di dieci titoli che secondo noi si distingueranno per varietà, novità e, come sempre in certi casi, divertimento. E naturalmente vogliamo sapere anche da VOI cosa aspettate maggiormente, quindi affrettatevi a scrivere nei commenti. La prima parte includerà 5 giochi, mentre la prossima settimana vi elencheremo anche i restanti 5.

uagna videogame

FIFA 17

Iniziamo con un classico autunnale. L’appuntamento più atteso da tutti gli appassionati di calcio si chiama naturalmente FIFA 17, che sì, quest’anno dovrà vedersela con un agguerrito PES 2017, ma che si prospetta come una grande evoluzione rispetto al suo precedente FIFA 16. Oltre alle solite migliorie in merito al gameplay e al miglioramento dell’intelligenza artificiale, delle quali vi abbiamo parlato anche nella nostra prova della demo, FIFA 17 sarà anche un passo epocale per la serie: il motore grafico Frostbite fa infatti il suo esordio, e i risultati sono già sotto gli occhi di tutti. Visi più definiti, calciatori più somiglianti, e manto erboso notevolmente migliorato. Non dimentichiamoci però dell’aspetto forse più curioso di questo FIFA 17, perché insieme ai classici Calcio d’inizio, Carriera, Pro Club (notevolmente modificato) e FUT, ci sarà infatti Il Viaggio, una storia in single player dedicata al calciatore Hunter del Manchester United (ovviamente fittizio). Tanti saranno gli occhi puntati verso FIFA 17, che dovrà confermarsi e migliorarsi vista l’agguerrita concorrenza.

FIFA17AllenatoreJoseMourinho

Battlefield 1

Continuiamo con Electronic Arts, ma cambiamo completamente genere. Dagli stadi di FIFA si passa infatti alle gigantesche mappe di Battlefield 1, il nuovo capitolo della serie che vede tornare DICE alle redini del franchise dopo la parentesi Star Wars: Battlefront (e Battlefield: Hardline sviluppato da Visceral Games). Che dire, come sempre Battlefield punta ad un solidissimo gameplay e ad un colpo d’occhio davvero maestoso, cosa che abbiamo già potuto verificare nella beta tra agosto e settembre. Abbandonando i contesti moderni degli ultimi Battlefield, il nuovo capitolo ci riporta indietro nel tempo, addirittura alla Prima Guerra Mondiale. Una Grande Guerra in effetti molto fantasiosa, come più volte DICE ha specificato, il che era necessario per portare la serie nel passato ma allo stesso tempo mantenere dinamico e veloce il gameplay. In quanti avrebbero voluto un gioco dove il nocciolo della questione era restare per 30 minuti di partita in una trincea senza avvistare nessuno? Meglio puntare sul dinamismo e sulla spettacolarità tipici della serie, in un gioco in cui avremo a che fare con cavalli, mezzi corazzati, mitragliatrici leggere in stile steampunk/dieselpunk, e giganteschi dirigibili. Ah, e ci sarà l’Italia tra le mappe giocabili, quindi un motivo in più per attendere questo gioco.

battlefield 1

Mafia III

E come dimenticare che il 2016 è anche l’anno del ritorno della serie Mafia. Il primo, magnifico titolo, Mafia: The City of Lost Heaven, datato 2002, è diventato un vero e proprio cult grazie ad una narrazione con pochi eguali e con un solidissimo gameplay. Aggiungiamoci poi che Lost Heaven, una fittizia New York, venne rappresentata in tutto e per tutto come una città degli anni ’30, e il gioco è fatto. Le auto rispecchiano fedelmente il passato, così come le armi, gli abiti, le atmosfere cittadine. Una costante, nella serie Mafia, che abbiamo ritrovato anche nel debole sequel Mafia II e che ritroveremo quest’anno anche in Mafia III, titolo che ha tutte le carte in regola per sfondare. Stavolta il gioco si sposta alla fine degli anni ’60, a New Bordeaux, dove è in corso una feroce guerra tra famiglie mafiose che vedrà come protagonista Lincoln Clay, che spinto dalla sete di vendetta sta cercando di rovesciare uno dei più potenti boss del Paese. Come open world e narrazione, Mafia non si può discutere. Ma riuscirà Mafia III a rispettare il grande hype del pubblico, ancora scottato dal secondo capitolo?

mafia 3

Gears of War 4

In pochi non potrebbero essere emozionati per l’uscita di un nuovo Gears of War, e a ragion veduta. Il TPS fantascientifico più famoso degli ultimi tempi, dopo aver spopolato su Xbox e Xbox 360, è finalmente pronto al debutto anche su Xbox One e su PC Windows 10 con Gears of War 4, primo gioco che rappresenta il cambio di direzione: dalla Epic Games di Cliff Bleszinski si passa a The Coalition, che ora sulle loro spalle portano un fardello pesantissimo, paragonabile a quello che fu Halo 4 con il passaggio da Bungie a 343 Industries. Lo stesso fardello che dovrà portare J.D. Fenix, protagonista del nuovo ciclo narrativo della serie e figlio dell’indimenticabile Marcus Fenix che non potrà fare a meno di fare alcune comparsate nel corso della storia. Ad una narrazione che già si prospetta avvincente, uniamoci pure un solido gameplay, frutto dell’esperienza del passato e della volontà di novità, e un comparto multiplayer tra i più apprezzati di sempre. Se siete interessati a qualche informazione in più sul nuovo Gears of War, potete leggere tutto nella nostra anteprima. E fidatevi, dall’11 ottobre ne vedremo delle belle.

gears of war 4

Dishonored 2

La nostra prima parte di questo speciale dedicato ai giochi più attesi dell’autunno 2016 si chiude con uno dei sequel più attesi degli ultimi anni, Dishonored 2. L’erede spirituale di BioShock, come è stato definito più volte, ha rappresentato una graditissima sorpresa nel 2012, quando il parco giochi di Bethesda si è arricchito di questa inedita (per la SH) esperienza narrativa. In Dishonored 2 la più grande novità è sicuramente da attribuire al protagonista, o per meglio dire ai protagonisti: tornerà Corvo, notevolmente invecchiato rispetto agli avvenimenti del primo gioco (ambientato 15 anni prima del sequel), ma ad affiancarlo ci sarà la cresciuta Emily Kaldwin, erede al trono dell’Impero delle Isole e che abbimao già visto nel corso del primo gioco, e che sarà anch’ella giocabile, per formare un dinamico duo con particolari abilità e poteri nascosti. È un immenso peccato che, avendo a che fare con due protagonisti, Arkane Studios non sia riuscita ad implementare anche una funzionalità co-op per la campagna. Quel che importa però è che già dalle prime prove Dishonored 2 ha confermato di essere un gioco con due p***e così.

dishonored 2

Appuntamento alla prossima settimana con la seconda parte!



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.