Konami smentisce la partenza di Kojima, o forse no?

Di Marco "Bounty" Di Prospero
20 ottobre 2015

Nella giornata di ieri, 19 Ottobre 2015, era stato diramato su internet un rumor secondo cui Kojima avesse abbandonato definitivamente Konami. Voci di corridoio, indicavano infatti che l’ultimo lavoro svolto dallo sviluppatore giapponese per Konami fosse stato il 9 Ottobre 2015, giorno in cui è stata organizzata anche una festa d’addio. Come se non bastasse inoltre, la fonte ha dichiarato che il contratto tra Konami e Kojima prevede una clausola di non competizione secondo cui il game designer non potrà lavorare per altre aziende videoludiche fino al prossimo Dicembre 2015.

the-phantom-pain-intervista-hideo-kojimaTuttavia, nella giornata di oggi, è arrivata la smentita da parte di Konami. Un portavoce dell’azienda nipponica ha infatti dichiarato le seguenti parole: “Al momento Kojima è considerato come un dipendente della compagnia. Lui e il team di sviluppo hanno finito di lavorare su Metal Gear Solid V e si stanno prendendo una lunga pausa. Festa d’addio? Non siamo sicuri di sapere cosa fosse.
Lavorare sullo sviluppo di un gioco console è così lungo, la stanchezza e la fatica si accumulano… e comune che gli impiegati si prendano un lungo periodo di pausa a lavoro terminato.

Sembra quindi che Kojima si sia preso semplicemente un periodo di pausa dopo aver terminato Metal Gear Solid V: The Phantom Pain.

[AGGIORNAMENTO]: Nonostante la smentita da parte di Konami, è apparsa una foto che rimanderebbe proprio alla festa d’addio svoltasi presumibilmente il 9 Ottobre 2015, come da rumor.

Restate su Uagna per ricevere nuovi aggiornamenti sulla questione.



Sono uno studente di economia e commercio che ama passare parte del tempo libero davanti ad una console. Considero il videogioco come una forma d'arte, in grado di trasmettere valori e emozioni, che permette di "mettere in pausa" la vita stressante di tutti i giorni. Spero di poter condividere con tutti voi questa mia passione e di farvi conoscere il mondo del gaming.