[Loading 2018] Red Dead Redemption 2 e il grande western targato Rockstar

red dead 3
Di Andrea "Geo" Peroni
16 dicembre 2017

[PREMESSA] Loading 2018 è una rubrica a cadenza giornaliera che ci accompagnerà per 18 appuntamenti nel mese di dicembre. Il nuovo anno è ormai alle porte, e per certi versi si preannuncia un 2018 che potrebbe risultare addirittura migliore dello scoppiettante 2017 sulla via del tramonto. Con Loading 2018 daremo uno sguardo alle novità attese per il prossimo anno, raccontando i giochi più importanti finora confermati (diciamo quindi addio, ad esempio, a un Death Stranding in questa rubrica) tra esclusive e multipiattaforma.

Era ottobre dello scorso anno quando Rockstar Games presentava al mondo per la prima volta il suo nuovo gioco in sviluppo. Red Dead Redemption 2, terzo capitolo della saga western di casa Rockstar e secondo del sub-franchise Redemption che nel 2010 rappresentò un grande successo su PS3 e Xbox 360, uscirà il prossimo anno, ma è difficile parlarvene oggi. Difficile perché da quel primissimo teaser trailer il gioco si è mostrato al pubblico solamente in un’altra occasione, un nuovo trailer che certamente ci ha fatto assaggiare l’incredibile mondo realizzato da Rockstar Games ma che ancora è restio nel mostrarci, ad esempio, sequenze di gameplay. Nonostante questo, è innegabile che Red Dead Redemption 2 sia uno dei giochi più attesi del 2018. Perché quando Rockstar se ne esce con un gioco nuovo, cosa rara negli ultimi anni, il capolavoro è sempre dietro l’angolo.

Ancora non sappiamo se e quali legami avrà questo sequel con il primo Red Dead Redemption e quel John Marston che con il suo fare duro e il muso arcigno ha regalato grandi momenti a tutti i giocatori. Sappiamo però che Red Dead Redemption 2 sarà incentrato sulla figura di Arthur Morgan, un fuorilegge della banda di Van Der Linde. Il setting? Ovvio: l’America del Far West, un luogo dove la legge difficilmente riesce a farsi prevalere. Un periodo storico, per gli USA, ricco di possibilità per gli uomini ma anche di grandi pericoli, e qui ancora una volta Rockstar ci getterà dopo aver già dimostrato di saper rappresentare un mondo solitario e desolante in maniera egregia.

Come potrete aver capito, le informazioni in nostro possesso sono davvero limitatissime. La campagna promozionale del gioco non ha avuto ancora inizio, cosa abbastanza preoccupante se pensiamo che l’ultimo trailer, che potete rivedere qui sotto, indicava una release fissata alla primavera del 2018, ergo tra pochi mesi. Possiamo però sempre immaginare, e sognare come potrà essere il mondo di RDR 2 a partire dal multiplayer. Rockstar Games non ha mai confermato la presenza di un comparto online nel suo prossimo gioco, ma davvero vogliamo credere che dopo il successo stratosferico di GTA Online, che solo pochi giorni fa si è arricchito di un maestoso update, gli sviluppatori non ci riproveranno? Dopo più di quattro anni dal lancio, GTA V continua a macinare vendite e moneta sonante grazie proprio a GTA Online, e sarebbe davvero assurdo non sfruttare un setting così curioso come il Far West per cercare di creare una nuova esperienza. Anche peché, se ben ricordate, già il primo Red Dead Redemption aveva aperto le porte ad un comparto multigiocatore sull’open world totale del gioco. Ben prima di GTA V.

Rockstar sta centellinando le informazioni sul gioco, lasciando solamente le briciole. Poche, pochissime le dichiarazioni ufficiali, quasi inesistenti i leak. Red Dead Redemption 2 rimane tuttora un titolo quasi sconosciuto, ma forse è anche questo che ci piace dei ragazzi di Rockstar Games. Meno si sa di un gioco, e più grande sarà la sorpresa una volta che lo avremo finalmente nelle nostre console.



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.