[Loading 2018] Sea of Thieves e il grande ritorno di Rare

Di Andrea "Geo" Peroni
7 dicembre 2017

[PREMESSA] Loading 2018 è una rubrica a cadenza giornaliera che ci accompagnerà per un numero attualmente imprecisato di appuntamenti nel mese di dicembre. Il nuovo anno è ormai alle porte, e per certi versi si preannuncia un 2018 che potrebbe risultare addirittura migliore dello scoppiettante 2017 sulla via del tramonto. Con Loading 2018 daremo uno sguardo alle novità più attese per il prossimo anno, raccontando i giochi più importanti finora confermati (diciamo quindi addio, ad esempio, a un Death Stranding in questa rubrica) tra esclusive e multipiattaforma.

La prima metà del 2018 di Xbox One, Xbox One X e Microsoft in generale, in ambito gaming, non è particolarmente chiara. Da un lato abbiamo un ristrettissimo numero di esclusive, tra cui Crackdown 3 di cui parleremo anche nei prossimi giorni, dall’altro gli innumerevoli multipiattaforma che arriveranno anche sulle dirette concorrenti. Il parco esclusive in generale, comunque, resta per il momento molto scarno, ma ci attendiamo grosse sorprese specialmente all’E3 2018 per quanto riguarda la seconda metà del prossimo anno. Non dobbiamo però disperarci, perché tra le esclusive che, a meno di nuovi rinvii, arriveranno sicuramente nella prima metà del 2018 c’è Sea of Thieves. Un gioco capace di incuriosirci sin dal suo annuncio per colori, setting e game design, e come se non bastasse sviluppato da una software house rimasta nel cuore di coloro che hanno vissuto gli anni ’80 e ’90: Rare.

Il concept di Sea of Thieves è davvero accattivamente, esattamente come la sua direzione artistica. Nel gioco sarà possibile dare vita alla nostra ciurma di pirati, creare e potenziare la nostra nave, e salpare a bordo di essa alla ricerca di perduti tesori dei più grandi corsari di tutti i tempi. Anche nell’ultimo gameplay mostrato alla conferenza Micosoft dell’E3, purtroppo eccessivamente lungo per un evento di quel tipo ma esemplare per mostrare ogni componente del gioco, abbiamo visto le potenzialità del titolo dei creatori di Banjo-Kazooie e Donkey Kong Country. Un action adventure, open world, con tanto di segreti e quest secondarie da portare a termine tutte in compagnia dei propri amici che costituiranno la nostra ciurma, in attesa di levare l’ancora e partire alla volta di nuove destinazioni rischiando anche di intraprendere feroci battaglie navali contro gli altri giocatori che imperversano nel nostro stesso mondo.

Un concept che sembra voler riprendere in larga scala anche Skull & Bones di Ubisoft, sempre previsto per il prossimo anno. Ma, non ce ne vogliamo i ragazzi dell’azienda francese, noi siamo rimasti molto più colpiti da Sea of Thieves. Sarà per lo stile, volutamente reso cartoonesco nei tratti e nelle tonalità color pastello che da sempre caratterizzano le produzioni Rare. Sarà per l’idea originale, quella di creare una ciurma da zero in compagnia di amici, per partire a caccia di tesori e vivere una vera vita da pirata. Sarà per la grande immersività che gli sviluppatori hanno voluto creare nel gioco, tanto da escludere sostanziamente qualsiasi tipo di interfaccia e costringere il giocatore a destreggiarsi con bussola e carte nautiche, come un vero pirata che si rispetti. O sarà forse per l’attesissimo ritorno di Rare, SH che a parte alcuni scivoloni storici non ha mai tradito il suo pubblico, sfornando giochi rimasti spesso nella storia dei loro generi. Sea of Thieves, il Destiny con i pirati come è stato da alcuni ribattezzato (forse anche giustamente, per alcuni versi), lascerà al giocatore una libertà totale nel grande mondo messo a disposizione, pur strutturando il gioco con una storia da seguire e compiti precisi da eseguire. Si prospetta, senza ombra di dubbio, come la più curiosa e forse attesa delle esclusive Microsoft per il 2018.

Sea of Thieves, largamente pubblicizzato e mostrato nel corso degli ultimi anni, è finalmente atteso al varco nel 2018. Per il momento una data di uscita non è ancora stata comunicata, ma Microsoft ha annunciato che ai The Game Awards 2017 di stasera, 7 dicembre, il gioco Rare ci sarà, con nuove informazioni e una gustosa sorpresa. Speriamo ovviamente che questa sorpresa si riveli essere la data di rilascio, perché non vediamo l’ora di iniziare la nostra nuova vita da pirata.

Per tutti gli interessati, vi lasciamo di seguito il video gameplay mostrato allo scorso E3.



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato “videogioco” alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.