Mad Max – Recensione

Di Matteo "Red" Rossi
3 settembre 2015

Mad Max è un gioco d’azione e d’avventura, nonché free-roaming, disponibile per PlayStation 4, Xbox One e PC dal 4 settembre 2015.

Quest’openworld ambientato in un mondo post-apocalittico nel quale i veicoli sono la chiave per sopravvivere, i giocatori avranno il cosiddetto onore di vestire i panni di Mad Max, il nostro guerriero solitario, e dovrà farsi spazio nella Wasteland per poter restare in vita!

Provare per credere

Tra corpo a corpo, a bordo di un veicolo, saccheggiare qua e la e tanto altro ancora… ce ne sarà per tutti!
Max non sarà solo, sarà alleato con uno sveglio ma macabrissimo meccanico di nome Chumbucket, in seguito, con altri personaggi al nostro fianco, creeremo il veicolo da guerra definitivo per poter scappare dalla Wasteland.

MadMax_foto3

Bene, neanche è uscito che in giro se ne parla più male che bene.
Recensioni di questo tipo possono essere utili quanto vogliamo, ma se non proviamo il gioco noi stessi con il pad alla mano, difficilmente capiremo quanto sarà valido o vano.
Scherzi a parte, il gioco, dopo averlo provato per qualche oretta, mi ha davvero colpito, di solito i titoli che prendono spunto da film falliscono miseramente. Ma non è il caso di Mad Max, soprattutto dopo il grande successo del lungometraggio Fury Road uscito a maggio 2015.

La grafica non è tutto, ma volevo soffermarmi perché secondo me un gioco come Mad Max sfrutta in buona parte le potenzialità della Ps4, quindi nessun problema su questo!

Open world dinamico

Parlando dell’open world, in questo gioco esploreremo questo mondo dinamico ma sopratutto sabbioso pieno di pericoli, gang di ogni tipo e condizioni meteorologiche non molto tranquille.
Oltre al personaggio, il potenziamento della macchina è necessario, ma per farlo vi serviranno i rottami, In questo free-roaming di accampamenti ce ne saranno quanti ne volete, e dovranno essere saccheggiati il più possibile per avere sia tantissimi rottami, sia oggetti segreti.
In ogni caso, qui la sopravvivenza non sarà facile, scordiamoci la vita che si ricarica a metà, oltre all’esplorazione e altre componenti, la vita e la benzina saranno essenziali.
Acqua per recuperare vita e benzina per far partire la macchina, realistico!
E poi, scusatemi ma… quanto è bello in questo gioco tirare taniche di benzina a random per distruggere gli accampamenti?!
MadMax_foto6L’auto sarà scelta secondo i vostri gusti poco più avanti nel gioco.
I combattimenti, che ricordano molto la serie Arkham, sono fatti molto bene, la telecamera ogni tanto scomoda, ma non inciderà più di tanto.
La macchina si guida in modo molto realistico, qualcuno si lamentava della guida e non ne capisco proprio il motivo.
Ogni tanto qualcuno di qualche banda ci inseguirà, noi dovremo distruggergli la macchina o farlo andare fuori pista.
In questo caso i combattimenti con i veicoli sono basati sulle leggi fisiche, quindi non ce ne sarà mai uno uguale all’altro.
Le missioni non le ho provate tutte, alcune sono risultate un po’ ripetitive, altre si distinguono.
Ci saranno alcune zone che saranno più sorvegliate del previsto, binocolo alla mano e perlustrate tutta l’area prima di attaccare!
Ogni tanto la macchina avrà bisogno di riparazioni, quindi lasciate fare al vostro meccanico di fiducia.

Conclusione

Mad Max non è solo questo, più avanti nel gioco ci saranno molte più sorprese, molte più armi e vari veicoli.
Non sarà certamente il gioco perfetto che tutti aspettano, ma se cercate una variante a molti altri giochi che sia di qualità e che non cada mai sul banale, che sia openworld e pieno d’azione, Mad Max fa per voi, e ripeto, cercate di provarlo prima di dargli un giudizio. Ne rimarrete colpiti!

Articolo scritto grazie al contributo di Kyon730



Laureato in Ingegneria Informatica. Sono appassionato di informatica, tecnologia e inevitabilmente videogiochi ma la mia fame di conoscenza mi porta a studiare sempre nuovi argomenti. Cosa mi stimola? La consapevolezza che questo grande progetto è diventato una delle più grandi realtà italiane nel mondo dell’informazione e dell’intrattenimento videoludico.