A quanto pare Steam sta iniziando una guerra contro i giochi con contenuti erotici

Di Andrea "Geo" Peroni
20 maggio 2018

Nonostante esistano problemi ben più seri da risolvere sulla piattaforma Steam, in primis l’eccessiva presenza di contenuti spacciati come giochi di qualità infima e non sottoposti ad alcun controllo qualitativo, Valve si sta muovendo apparentemente in una direzione che potrebbe provocare polemiche da più parti. Alcuni sviluppatori di titoli per Steam hanno infatti ricevuto una email dalla società di Gabe Newell che li intima a modificare i propri giochi rimuovendo contenuti erotici.

Facciamo un passo indietro, per un attimo. I giochi in questione, che stanno costando agli sviluppatori la controversia con Valve, si chiamano HuniePop, Tropical Liquor, VR Kanojo, Munity!! e diversi altri titoli, al cui interno si trovano contenuti esplicitamente erotici. Gli sviluppatori, conoscendo le linee guida di Steam in passato, hanno ovviamente inserito le categorie relative ai giochi rivolti ad un pubblico esclusivamente adulto, in modo tale da rispettare le regole.

Nella giornata di venerdì, però, come testimonia il tweet di HuniePot (developer di HuniePop), Valve ha cambiato notevolmente le carte in tavola. Le comunicazioni inviate agli sviluppatori intimano loro di modificare i giochi e rimuovere i contenuti erotici e sessuali, e che se ciò non verrà fatto i titoli verranno completamente rimossi da Steam.

Quello di cui si lamentano gli sviluppatori non è solamente il cambio improvviso della politica di Valve e Steam nei confronti dei giochi con contenuti erotici, ma anche la disparità di trattamento. Come affermano i ragazzi di Lupiesoft, sulla piattaforma di Steam esistono tripla-A importatissimi con notevoli contenuti sessuali, come GTA V  e The Witcher 3, i quali invece non stanno subendo questa sorta di “inquisizione” da parte della società di Gabe Newell.

Ci ritroviamo di fronte ad una svolta “family-friendly” di Steam che potrebbe rivoluzionare la libreria dello store?

Fonte



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.