Anche Google sta pensando a una sua console per videogiochi?

Di Andrea "Geo" Peroni
30 gennaio 2018

L’ultimo “acquisto” in casa Google ha fatto crescere insistentemente una serie di speculazioni che vedrebbero il colosso interessato ad entrare in competizione con Sony, Nintendo e Microsoft. Un mercato console ancora più agguerrito? Forse, ma vediamo perché questo scenario è possibile.

Google ha annunciato di aver messo sotto contratto Phil Harrison, un nome che forse ai più dirà poco ma che i più attenti hanno già riconosciuto. Harrison è infatti una figura molto nota dell’industria videoludica, che ha alle sue spalle ben 18 anni di carriera divisi tra Sony e Microsoft occupando ruoli di vertice in entrambe le società. Questo acquisto, da parte di Google, è stato visto da molti come la dimostrazione del fatto che la compagnia sta pensando di allargare i suoi orizzonti guardando al gaming, con una console che andrebbe (nei loro piani) a rivaleggiare con le tre principali aziende del settore.

Molti analisti del settore sono convinti che questa operazione di Google sia assolutamente plausibile, come ha affermato anche Dean Takahashi di Venture Beat. Secondo l’esperto, la console targata Google potrebbe essere divenire realtà per vari motivi:

“Harrison è la persona che può gestire bene Google per farla entrare nel mondo delle console. Non so se sta realmente succedendo, ma è un rumor che mi piacerebbe fosse confermato.”

La prossima generazione videoludica vedrà quindi l’ingresso a sorpresa di un quarto colosso con il suo hardware?

Fonte



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.