Annunciato Fantasy Strike, “un picchiaduro per tutti”

Di Stefano "Elymbo" Eliseo
15 novembre 2016

David Sirlin, presidente di Sirlin Games, ha annunciato sul blog di PlayStation un nuovo picchiaduro, Fantasy Strike. La semplicità dei comandi e la facilità delle esecuzioni combinate alla competitività degli e-sport, saranno alla base di questo nuovo titolo. L’obiettivo della produzione è proprio quello di far avvicinare tutti quei giocatori che sono, in un certo senso, spaventati dalla complessità dei moderni picchiaduro.

Stando alle parole dello sviluppatore, le mosse presenti in Fantasy Strike potranno essere controllate con un solo pulsante. Non esiste nemmeno la possibilità di abbassarsi, quindi anche i movimenti sono stati semplificati. Sarà inoltre possibile evitare le mosse finali o le prese più letali nel caso il giocatore capisca le intenzioni dell’avversario. Ed è proprio qui che viene presentata la novità più interessante del titolo: non sarà necessario alcun input per contrastare la mossa dell’avversario. Occorrerà infatti lasciare stare il pad e, in automatico, il nostro personaggio al posto di rimanere completamente vulnerabile, contrasterà la presa dell’avversario con una mossa unica. Questa caratteristica prenderà il nome di “yomi counter”. Quindi le mosse finali non vengono affatto depotenziate, come nella maggior parte dei picchiaduro più recenti, ma bilanciate in una maniera che sulla carta pare molto intelligente.

Per ora nel cast di gioco sono presenti otto dei dieci personaggi del gioco di carte “Yomi”.

Altri dettagli saranno svelati al PlayStation Experience che si terrà ad Anaheim, in California

Fonte

 



Si avvicina al medium videoludico grazie a uno scheletro piuttosto goffo, Sir Daniel Fortesque, protagonista di un certo Medievil. Tuttavia ai tempi è ancora troppo piccolo per comprendere quello che stava giocando e il mondo che lo circondava (oggi si illude che la situazione sia migliorata). Da quel momento la passione per i videogiochi lo prende e non lo lascia più. Per ora è un PC Gamer accanito ma non disdegnerebbe un ritorno su console. Ama tutto ciò che è inerente all'arte della narrazione. Half-Life, Fallout e Metro uber alles.