Creare nuove IP per Capcom sta alla base del successo

capcom
Di Mauro "Ryuk" Barone
23 dicembre 2016

Come ogni azienda, anche Capcom esegue un ultimo report che riassume l’andamento dell’anno in procinto alla chiusura e per stabilire i prossimi obiettivi. In occasione della recap Haruhiro Tsujimoto, il COO della compagnia, esprime un interessante concetto inerente alla creazione di nuove IP, affermando che sia alla base del successo.

In questo lavoro, una delle chiavi per il successo è produrre nuove IP di fama. Costituirebbe un grosso problema non riuscire a produrre nuove IP che tengano testa ai prodotti AAA del mercato videoludico. Investiremo, quindi, maggiori risorse nello svilluppo di nuove IP e franchise di successo.

Queste le parole di Haruhiro Tsujimoto sul futuro di Capcom. Il COO si è poi espresso sul RE Engine che permette una riduzione dei tempi di sviluppo, approfittandone per portare un franchise di punta ogni due anni e mezzo.

Qualche giorno fa, Capcom ha annunciato che un altro desiderio sarebbe quello di riportare in vita vecchie IP.

Fonte



Studente di Scienze della Comunicazione, grande appassionato di sport e videogiochi, in particolar modo degli sparatutto. Con Call of Duty: Modern Warfare 2 è stato amore a prima vista, da allora ama divertirsi con CoD ogni anno, sin dal quarto capitolo della saga. Negli anni ha imparato ad apprezzare giochi di vario genere, come Kingdom Hearts, Bioschock, Gran Theft Auto, Assasin's Creed e tanti altri titoli. Ama tenersi informato sul mondo tecnologico, videoludico e sportivo.