Destiny 2 – Ecco le modifiche alla gestione delle armi

Di Andrea "Geo" Peroni
18 maggio 2017

L’atteso reveal di Destiny 2 si è concluso da alcune ore, ma proprio in questo momento sono in corso i vari hands-on a disposizione di giornalisti e inviati sul posto per poter testare con mano il nuovo gioco di Bungie.

Grazie alle sessioni di gioco e alle informazioni dal nostro Francesco Scaramucci a Los Angeles, siamo in grado di dirvi di più sul nuovo sistema di gestione delle armi. Insieme a novità legate alle classi di abilità, infatti, su Destiny 2 debutterà una nuova gestione delle armi da fuoco, che presenta comunque alcune analogie con quella del primo capitolo.

Saranno presenti 3 slot, che indicheranno armi primarie, secondarie e terziarie, ognuna delle quali dotata di una particolare classe di armi e di danno. Le armi primarie saranno infatti caratterizzate da danni cinetici, mentre le restanti due da danni elementali. Armi come i cannoni portatili potranno essere utilizzate sia nello slot primario che in quello secondario, ma a seconda della loro posizione cambieranno quindi gli effetti: se sarà nello slot primario, infatti, potrà causare solo danni cinetici. Per sfruttare le sue qualità elementali, dovremo posizionarlo nello slot secondario. Lo stesso discorso vale per le altre classi di armi adatte ai primi due slot.

Il terzo slot, ricordiamo con danni elementali, è anche quello che sicuramente farà più discutere. In questa categoria rientrano tutte le armi cosiddette pesanti, come fucili a pompa, fucili a fusione, lanciarazzi e anche fucili da cecchino. Questo significa che nello stesso momento non potrete avere equipaggiati un fucile da cecchino e un lanciarazzi.

Restate con noi per nuovi aggiornamenti su Destiny 2!



Entra a contatto con uno strano oggetto chiamato "videogioco" alla tenera età di 5 anni, e da lì in poi la sua mente sarà focalizzata per sempre sul mondo videoludico. Fan sfegatato della serie Kingdom Hearts e della Marvel Comics, che mi divertono fin da bambino. Cacciatore di Trofei DOP.