Donut County: Cos’hanno in comune un procione e dei buchi?

Di Claudio Caudullo
1 agosto 2018

Avete presente il gioco giapponese Katamari? Dove controllavate il piccolo Principe nella sua missione per racimolare tutte le cose nella terra in un’unica enorme sfera per soddisfare il Re Cosmo? Ecco, Donut County, sviluppato da Annapuma Interactive con la collaborazione del game designer Ben Esposito, ha qualcosa di molto simile a quest’ultimo, ma sarete un procione ladro che sfrutterà una nuova tecnologia per rubare ai suoi amici.

Il nostro protagonista sarà un procione di nome BK che utilizzerà dei buchi nel terreno comandati in remoto per rubare tutto quello che c’è nelle abitazioni dei suoi amici e man mano anche nel mondo, arrivando a rubare addirittura interi palazzi. Questi buchi inizieranno a crescere con l’aumentare di roba al loro interno e permetteranno al nostro ladruncolo di rubare qualsiasi oggetto lui voglia.

Oltre al risucchiare qualsiasi oggetto al suo interno, il buco ci permetterà anche di catapultare e combinare i nostri oggetti per poter risolvere i vari puzzle durante la nostra esplorazione. Inoltre su Donut County ci saranno tanti dialoghi ed una storia che alla fine ci metterà proprio a confronto con le nostre vittime che ci chiederanno spiegazioni sul perché delle nostre folli azioni, visto che il nostro BK come uno scemo, cadrà in uno dei suoi stessi buchi.

Riuscirà BK a farla franca? Lo scopriremo il 28 Agosto quando il gioco verà reso disponibile per tutte le piattaforme (Xbox One, Pc, Ps4 e Mobile) ad un prezzo ragionevole di 12.99 per console e 4.99 per Mobile. E voi lo comprerete? Fateci sapere cosa ne pensate!

 



Autore alle prime armi con una grande passione per i videogiochi indie, carlini e meme.